... dal numero 7 ai vizi capitali fino alla musica

untitledORVIETO (TR) – Continua ad essere appassionante la serie B1 femminile, campionato che in questa stagione non finisce di regalare sorprese e nel quale la Zambelli Orvieto resta una delle compagini protagoniste.
La terza posizione della classifica delle tigri gialloverdi, ad una sola lunghezza dalla vetta, testimonia che la concorrenza è agguerrita e sono ben cinque le formazioni che recitano un ruolo di primo piano.

La pellicola che si sta visionando non lascia capire quale possa essere l’epilogo, ma le rupestri hanno intenzione di non subire gli eventi e vogliono scrivere il copione con un classico ma sempre gradito lieto fine.
Dopo la vittoria nel diciottesimo turno la centrale Mila Montani analizza il momento: «Partita molto positiva a Montespertoli, dovevamo ricominciare ad ingranare in vista del rush finale dopo la sconfitta in casa con la Olimpia Ravenna e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi, c’è stato solo un appannamento nel finale del primo set per colpa di un paio di errori che ci hanno complicato il finale ma siamo state molto lucide ed abbiamo chiuso positivamente.

Per il resto siamo state molto brave a mettere in pratica tutto quello che dovevamo fare e anche ad aiutare Rumori che ha esordito tra le titolari dovendo sostituire l’infortunata Rocchi. Possiamo ancora migliorare parecchie cose per fortuna, sia a livello personale che di squadra, ad esempio ultimamente non abbiamo una buona correlazione muro-difesa dove possiamo dare molto di più, possiamo anche incidere maggiormente con la battuta che deve essere un nostro punto di forza, in entrambi i casi si è visto qualche progresso nell’ultima gara e speriamo di essere sulla buona strada».

La centrale delle orvietane ha messo a terra nove palloni in attacco, fornendo un contributo importante per la conquista della quindicesima affermazione dell’anno e parla della situazione complessiva ed individuale.
«La classifica conferma che c’è molta incertezza, le distanze tra le prime cinque del lotto è pochissima, direi che è ancora più ingarbugliata che non nelle scorse settimane, sono convinta sia molto probabile che alla fine conteranno anche i set vinti e persi per delineare le posizioni migliori. A livello individuale ora mi sento meglio ho passato un brutto periodo alla fine di gennaio quando avevo diversi problemi alla spalla, ho sofferto per un mese ma ora sono tornata ad avere un buon rendimento in attacco, devo migliorare a muro ed in battuta dove non mi sento ancora al top della condizione, avevo trovato un buon rendimento ma l’infortunio ha interrotto questo periodo».

Sabato 11 marzo al Pala-Papini si svolgerà un altro degli interessanti e coinvolgenti derby umbri della terza categoria nazionale, la tifoseria comincia a mobilitarsi per questo confronto che regalerà spettacolo in campo e sugli spalti.

«Per quanto riguarda il prossimo match sarà importante stare attenti perché San Giustino ha vinto con due squadre di vertice dimostrando che non ha niente da invidiare alle altre squadre e che può rendersi molto pericolosa, dovremo essere concentrate e rispettare le direttive tattiche decise dal nostro allenatore durante la settimana». (115)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini