Presentato in occasione dell’8 marzo ai rappresentanti di classe dell’Istituto omnicomprensivo di Magione. L’iniziativa sperimentale affronterà il tema “Dalla paura che genera violenza al coraggio del confronto”

1MAGIONE  – Presentato in occasione della Giornata internazionale della donna ai rappresentanti di classe dell’istituto omnicomprensivo di Magione, coordinati dall’insegnante Claudia Cesarini, il concorso sul tema “Dalla paura che genera violenza al coraggio del confronto” promosso dall’Amministrazione comunale di Magione, dall’associazione Pietro Vannucci che gestisce il Punto di ascolto e dal Centro per le pari opportunità della regione Umbria.

A presentare il progetto, finalizzato a “sostenere e valorizzare la cultura della non violenza di genere e al contrasto della violenza espressa in ogni sua forma, sia fisica che psicologica” l’assessore alle politiche sociali del comune, Eleonora Maghini; la responsabile dell’ufficio servizi sociali, Giuseppina Marcantoni e il dirigente scolastico, Filippo Pettinari.

L’assessore Eleonora Maghini nello spiegare le motivazione e le modalità di partecipazione concorso ha ricordato che: “nel Comune di Magione è presente dall’anno 2015 un Punto di Ascolto istituito a seguito di protocollo di intesa tra i Comuni del Trasimeno, l’Usl Umbria 1 distretto sanitario del Trasimeno e il Centro per le pari opportunità della regione Umbria, per la realizzazione di un programma di azioni integrate contro la violenza e il maltrattamento nei confronti delle donne e loro figli minori”.

“Mi sembra – ha commentato il dirigente scolastico – che si stia diffondendo il concetto che la violenza sia una dimostrazione di forza o di coraggio. Ma se andassimo ad analizzare cosa c’è dietro la violenza scopriremmo che questa è invece frutto della fragilità e della paura. Chi non riesce a gestire questa paura, che tutti abbiamo, dimostra solo fragilità. Con questo concorso, riflettendo sulla violenza di genere, affrontiamo temi utili a crescere in maniera diversa rispetto a quello che vediamo intorno, ad affrontare queste paure e farne oggetto di confronto”.

Il concorso, rivolto a tutte le classi, prevede la realizzazione di un elaborato in forma di tema, lettera o poesia che verrà valutato da una giuria composta da rappresentanti della scuola, del centro di ascolto e dal Centro pari opportunità. Ai tre elaborati vincitori saranno regalati biglietti omaggio per il cinema e per gli spettacoli del teatro Mengoni. (135)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini