Venerdì 31 marzo si inaugura la 49a edizione di Agriumbria. Dagli operatori alle famiglie con i bambini. Quando l'agricoltura diventa evento pop

1BASTIA UMBRA – Addetti ai lavori, imprenditori agricoli, tecnici ed esperti. Agriumbria, ormai tra gli eventi più importanti del panorama italiano dedicato all’agricoltura e alla zootecnia, è sicuramente un appuntamento da non perdere per chi in agricoltura lavora, innova e produce reddito. Ma la manifestazione che si svolge da 49 anni all’Umbriafiere di Bastia Umbra (quest’anno in programma da venerdì 31 marzo a domenica 2 aprile) è diventata nel corso degli anni anche una vera e propria festa popolare per gli umbri e non solo.

2Famiglie con bambini per ammirare gli animali (oltre 600), i trattori e le macchine agricole, la mostra dei trattori d’epoca; golosi che arrivano per le eccellenze gastronomiche delle diverse regioni italiane, ma anche appassionati di fiori e piante rare, di giardinaggio e di vita all’aria aperta. Entrata ormai negli appuntamenti preferiti dal pubblico, la manifestazione si caratterizza anche per i numerosi eventi dedicati ai consumatori. Molti infatti saranno gli incontri e gli show cooking dedicati ai corretti stili di vita, pensati per informare e ragionare sulla qualità dei prodotti della terra, dalle carni di qualità in collaborazione con i Consorzi e i produttori ai cibi tradizionali, fino ai cosiddetti new food.

3Come spiegano dall’organizzazione: “Agriumbria rappresenta un mix unico, un vero e proprio evento esperienziale. Da un lato le imprese agricole e il pubblico esperto e che la terra la lavora, dall’altro le mamme e i papà con i bambini. Siamo un vero e proprio momento formativo, non è raro incontrare famiglie che per la prima volta mostrano dal vivo ai loro figli un cavallo, una mucca o una piccola capretta. È come portare la campagna in città, un grande parco divertimenti con il bello e il buono della terra”. Nel corso della tre giorni non mancheranno momenti formativi per il pubblico dedicati all’enogastronomia e i tanti spazi ristoro con cibo, vini e birre. Curiosità gastronomica di questa edizione nel segno della qualità sarà il Chianì BBQ sandwich, un panino con carne di Chianina certificata IGP Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale, cotta al BBQ a bassa temperatura per 12 ore. Un metodo di cottura che restituisce una carne saporitissima e tenerissima e allo stesso tempo magra e leggera.

4La mostra mercato, che vedrà oltre 420 espositori in rappresentanza di oltre 2.500 aziende e industrie presenti o rappresentate dalla rete commerciale, offrirà una panoramica generale e organica dell’innovazione tecnologica raggiunta nei differenti settori merceologici. La manifestazione si conferma come uno dei momenti centrali per l’imprenditoria e l’industria agricola e agrozootecnica nazionale e umbra, un evento capace di attirare addetti ai lavori e pubblico davvero da tutta Italia. (102)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini