Convegno venerdì 7 e sabato 8 aprile, nella splendida cornice dell'antico chiostro di San Nicolò , sul tema “Innovazione di processo e di prodotto nella filiera 
olivicolo-olearia Italiana”

olivetoSPOLETO – Numerose le adesioni di partecipazione al convegno “Innovazione di processo e di prodotto nella filiera olivicolo-olearia Italiana”, organizzato per Olivolio dall’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio ed il Comune di Spoleto. L’incontro verrà ospitato, venerdì 7 e sabato 8 aprile, nella splendida cornice dell’antico chiostro di San Nicolò a Spoleto. Per due giorni ricercatori, esperti, imprenditori, giornalisti e operatori del settore si confronteranno sulle innovazioni nel campo delle tecnologie estrattive e nell’utilizzo delle acque di vegetazione e delle sanse vergini.

“Ringrazio tutti coloro che hanno sostenuto l’iniziativa – sottolinea Riccardo Gucci, presidente dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio e docente all’Università di Pisa – il Mipaaf, la Regione dell’Umbria, il Comune di Spoleto, la SOI, il DiSAAA-a dell’Università di Pisa, le aziende che hanno sponsorizzato l’evento e le associazioni di categoria senza le quali non sarebbe stato possibile organizzare questo convegno a Spoleto. Esso rappresenta – ha proseguito Gucci – una significativa e qualificata occasione di confronto per il settore olivicolo-oleario e mi auguro che possa essere anche un’opportunità per la rinascita del territorio segnato dagli eventi sismici che hanno interessato l’Appennino centrale”.

L’iniziativa è patrocinata, infatti, dal Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali), dalla Regione dell’Umbria, dal Comune di Spoleto, dall’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, dalla SOI (Società di Ortoflorofrutticoltura italiana), da Sissg (Società italiana per lo studio delle sostanze grasse), dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell’Università di Pisa, Sisg. Sono, inoltre, sponsor del convegno la Banca Popolare di Spoleto, Casse di Risparmio dell’Umbria, Alfa Laval, gruppo Pieralisi, Amenduni, Pellenc, Mori-Tem.

Al termine del convegno, sabato 8 aprile, si terrà una degustazione di olio extravergine d’oliva prodotto dalle aziende presenti, gratuita e aperta al pubblico, che avrà così l’opportunità di gustare ottimi olii extra-vergini dell’Umbria e non solo. (137)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini