Dal 2 all’8 Aprile la 26esima Settimana Internazionale della Danza a Spoleto

1SPOLETO – “Spoleto, noi ci siamo… E vogliamo rimanere qui!” E’ una vera e propria dichiarazione d’amore quella pronunciata da Paolo Boncompagni, Direttore Generale della Settimana Internazionale della Danza, nei confronti della città che da 15 anni ospita l’evento. I giovani talenti della danza mondiale torneranno a Spoleto, dal 2 all’8 Aprile, per confrontarsi sul palcoscenico del Teatro Nuovo Giancarlo Menotti ed esibirsi di fronte a una giuria internazionale fino al tanto atteso Gala di Danza che chiuderà l’edizione 2017 di una delle manifestazioni che da tempo è inserita nel calendario dei grandi eventi del Comune.

Ed è proprio in Comune, presso la Sala dello Spagna, che giovedi 30 Marzo si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della Settimana Internazionale della Danza, durante la quale il Sindaco Cardarelli ha ringraziato Patron Boncompagni perché “sarebbe stato molto più semplice scegliere altri lidi, magari meno prestigiosi ma, di certo meno problematici” in un momento storico in cui dopo aver registrato +20% di incoming turistico in 1 anno, Spoleto è calata a picco con -40% nel giro di tre mesi. Plauso quindi a chi crede nella città e nei suoi spazi, tutti agibili eccezion fatta per il Complesso di San Nicolò che quindi non sarà teatro della Concorso di danza. “I successi sono sempre legati alle capacità – continua il primo cittadino – tante manifestazioni iniziano e durano un solo anno”. Non è il caso della Settimana Internazionale della Danza i cui numeri ne decretano, edizione dopo edizione, un successo sempre maggiore.

I numeri

La 26esima edizione della Settimana Internazionale della Danza vedrà la partecipazione di 15 nazioni, oltre 100 i ballerini solisti e di composizione coreografica e 100 i partecipanti alla sezione Urban Dance che quest’anno, per la prima volta, avrà una fase concorsuale a sé stante con una giuria tecnica dedicata composta dai Omid Ighani, Ilenia Rossi e Fritz Zami.

Montepremi di € 30.000 per i nuovi talenti e borse di studio per la loro formazione in collaborazione con le migliori scuole di danza del mondo.

Svariate le location che ospiteranno gli eventi, primo fra tutti il Teatro Nuovo Giancarlo Menotti che sarà il cuore pulsante della competizione e palcoscenico del Gala di chiusura di sabato 8 Aprile a partire dalle 20:30. Ma anche alcuni spazi aperti della città, come Piazza Pianciani e Largo Cecili, ospiteranno spettacoli di Urban Dance e il nuovo punto vendita Acqua Spoleto, in Corso Mazzini, diverrà il salotto in cui attendere il verdetto della Giuria Venerdi sera durante la Friday Dance Night.

La giuria

A presiedere la giuria, il Direttore Artistico Irina Kashkova ha nuovamente voluto un italiano. Così, anche quest’anno, a rappresentare la coreutica del Bel Paese sarà il Direttore di Compagnia, già étoile, Roberto Fascilla.

In Giuria, ancora una volta, nomi importanti del mondo della danza internazionale, accanto a Fascilla infatti siederanno Oleksi Bessmertni, Direttore Artistico Tanzolymp Berlino, Sergey Bobrov, Direttore Artistico Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Krasnoyarsk Siberia e Sanja Maier Hasagic, Coordinatrice Dance Program al Codarts di Rotterdam. Torneranno a Spoleto Valentina Koslova, fondatrice del Valentina Kozlova International Ballet Competition di New York e  Steffi Scherzer, Direttore Artistico Zurigo Dance Academy. A completare la giuria Pompea Santoro, Direttore Artistico Eko Dance International Project, mentre il Presidente Onorario, il Maestro Alberto Testa, danzatore, coreografo, critico di danza e insegnante che tanto ha dato alla città di Spoleto nel corso della sua vita arriverà in città in occasione del Galà per portare il suo affettuoso saluto alla città e ai ragazzi.

Il Premio della Critica, sarà come di consueto assegnato dal critico di danza Sara Zuccari  affiancato quest’anno dal direttore di Ballet2000 Alfio Agostini e dal Direttore del Magazine “DanzaSi” Luana Luciani.

I supporter

L’evento è patrocinato dal MIUR, dal Comune di Spoleto, dall’International Federation of Ballet Competition e dalla Fondazione Antonini. Sempre presente la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto affiancata da Banca Popolare di Spoleto, Monini, Castello delle Regine, Badiali Cashemere, Acqua Spoleto, Siberian Swan, Rotary Spoleto.

Tra i Media partner Rai, Giornale della Danza e Rai Teche grazie alla cui collaborazione è stata allestita una video mostra presso il Teatro Nuovo e all’interno del circuito della Mobiità Alterntiva con proiezioni di filmati dedicati alla storia della danza a Spoleto che vede stelle del calibro di Rudolf Nureyev, Carla Fracci, Michail Baryšnikov ballare per il Festival dei Due Mondi.

Per ulteriori informazioni circa il concorso e il programma degli eventi www.idcspoleto.it e la pagina facebook @concorsospoleto

 

  (110)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini