Domenica 9 aprile concerto interamente dedicato al “prete rosso”. Sul palco gli artisti Antonello Dorigo e Francesca Bruni

1PANICALE – E’ interamente dedicato a Vivaldi, il prete rosso che dal 1704 al 1740 ha prodotto la più bella musica sacra di tutti i tempi, il concerto che si terrà domenica 9 aprile alle ore 17,30 alla Chiesa della Madonna della Sbarra di Panicale. Di questo grande musicista, allo stato attuale, si conoscono una sessantina di composizioni di carattere sacro. Di tale elenco, domenica saranno proposti quattro brani di grande interesse e particolarità, legati al tempo pasquale, come il mottetto “In furore iustissimae irae” per soprano, archi e basso continuo e lo “Stabat Mater” per contralto e orchestra, di struggente bellezza.

2Completano il programma il salmo 126 “Nisi Dominus” di grande forza espressiva, anche per la descrizione minuziosa del testo biblico, per contralto, orchestra e continuo e il particolare Salve Regina rv 617 per soprano, violino solo, orchestra e continuo. L’evento è promosso da TéathronMusikè (sotto la direzione artistica di Virgilio Bianconi), che per l’occasione ospita il contraltista romano Antonello Dorigo, che ha al suo attivo molte fortunate partecipazioni al “Festival Pergolesi-Spontini” di Jesi con l’orchestra dei “Virtuosi Italiani” e ancora per il luglio musicale Trapanese e per il teatro Massimo “Bellini” di Catania.

Il soprano Francesca Bruni, ormai cittadina onoraria di Panicale, reduce da tournèe in Spagna, Francia, Giappone, ospite fissa al Pan Opera Festival e di molti importanti cartelloni italiani e stranieri, intratterrà il pubblico con le sue acrobazie vocali in questo repertorio particolarmente adatto e incastonato nello spirito della settimana di Pasqua.

Dirige al violino l’ensemble d’archi del Pan Opera Festival il maestro italo scozzese Patrick David Murray e all’organo, uno strumento “positivo” a canne della rinomata casa d’organi Pinchi di Foligno, la professoressa Sabina Belei.

Per informazioni e prenotazioni info@tmusike.it – 328 7817221. (674)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini