1PERUGIA – La Settimana Santa è la settimana nella quale si celebrano gli eventi di fede correlati agli ultimi giorni terreni di Gesù, comprendenti in particolare la sua Passione, Morte e Risurrezione. Inizia con la Domenica delle Palme e culmina nella celebrazione della Pasqua. I riti sono celebrati con solennità allo stesso modo in tutte le Chiese del mondo cristiano.

«È la solennità centrale dell’anno liturgico, è il punto di arrivo di ogni cammino de fede, è il compimento della vita terrena di Gesù, è la celebrazione della vittoria di Gesù sul peccato e sulla morte che del peccato è la conseguenza», ha scritto mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio, nel numero 145/aprile 2017 di “Camminiamo”, foglio di collegamento on line della Chiesa di S. Ubaldo.
Di seguito le celebrazioni della Settimana Santa presiedute dagli arcivescovi e vescovi delle otto Diocesi dell’Umbria.
DOMENICA DELLE PALME, 9 APRILE 2017
Nella Domenica delle Palme o più propriamente Domenica della Passione del Signore, la Chiesa ricorda l’ingresso di Gesù a Gerusalemme a dorso di un asino e avvia la solenne celebrazione della Settimana Santa nella quale vengono ricordati e celebrati gli ultimi giorni della vita terrena di Cristo, con i tormenti interiori, le sofferenze fisiche, i processi ingiusti, la salita al Calvario, la crocifissione, la morte e sepoltura e infine la Risurrezione. Dove i vescovi umbri celebrano questa liturgia:
Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 10.30 benedizione dei ramoscelli di ulivo davanti l’arcivescovado e processione verso la Cattedrale di Perugia.

Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: alle 9.30 ad Avendita di Cascia; alle 11.30 nella Cattedrale di Spoleto; alle 15.00 a S. Pellegrino di Norcia.
Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: alle 10.00 nella cattedrale di Assisi.
Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 18.30 in Cattedrale.
Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 10.45 benedizione dei ramoscelli di ulivo nella chiesa di S. Giovanni, processione verso la chiesa di S. Martino e celebrazione eucaristica.
Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 10.00 benedizione dei ramoscelli di ulivo nella chiesa del Ss. Salvatore, processione verso la chiesa di S. Agostino e celebrazione eucaristica.
Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 10.30 nella Cattedrale di Terni; alle 16.00 alle Acciaierie.
Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 11.00 nella Cattedrale di Orvieto.

MESSA CRISMALE, 12 O 13 APRILE 2017
 Nel cuore della Settimana Santa tutti i sacerdoti delle Diocesi si ritrovano con i rispettivi Vescovi per fare memoria riconoscente dell’origine del loro sacerdozio e rinnovare l’impegno e la promessa di aderire a Cristo con i pensieri, la volontà, i sentimenti e lo stile di tutta la propria esistenza, nel servizio della Chiesa e dei fratelli. Ciò avviene durante la Messa Crismale nella quale vengono benedetti e consacrati gli olii che servono a far nascere alla vita cristiana (olio dei catecumeni), a far crescere la vita della Chiesa (sacro crisma), e a dare consolazione al tempo della sofferenza e ai mali della società (olio degli infermi). Dove i vescovi umbri celebrano questa liturgia:

Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 17.00 nella Cattedrale di Perugia.
Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: mercoledì 12 aprile alle 18.00 nella Cattedrale di Spoleto.
Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: mercoledì 12 aprile alle 16.30 nella Cattedrale di Assisi.
Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: giovedì 13 aprile alle 10.30 in Cattedrale.
Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: mercoledì 12 aprile alle 17.00 nella chiesa di S. Martino a Gubbio.
Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: mercoledì 12 aprile alle 18.00 nella chiesa di S. Giacomo a Foligno.
Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: mercoledì 12 aprile alle 17.00 nella Cattedrale di Terni.
Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: mercoledì 12 aprile alle 17.00 nella Cattedrale di Orvieto.

GIOVEDÌ SANTO, 13 APRILE 2017
Con la messa vespertina “in Coena Domini” (cioè la “Cena del Signore” – l’ultima cena come comunemente è chiamata – che Gesù tenne insieme ai suoi apostoli prima dell’arresto e della condanna a morte), inizia il Triduo pasquale, ossia i tre giorni nei quali si commemorano la Passione, la Morte e la Risurrezione di Gesù, che ha il suo fulcro nella solenne Veglia pasquale. Dell’ultima cena del Signore gli evangelisti presentano due segni: quello della lavanda dei piedi e quello della consacrazione del pane e del vino. Dove i vescovi umbri celebrano questa liturgia:

Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 18.00 nella Cattedrale di Perugia.
Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: alle 18.00 nella Cattedrale di Spoleto; alle 21.00 nella Basilica di Santa Rita a Cascia.
Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: alle 17.30 nella Cattedrale di Assisi.
Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 18.30 in Cattedrale.
Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 18.30 nella chiesa di S. Pietro a Gubbio.
Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 18.30 nella chiesa di S. Agostino a Foligno.
Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 18.30 nella Cattedrale di Terni.
Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 18.00 nella Cattedrale di Orvieto.

VENERDÌ SANTO, 14 APRILE 2017
I cristiani dopo aver contemplato Gesù nei segni della Lavanda dei piedi e dell’ultima cena (il Giovedì Santo), il Venerdì Santo si raccolgono nella meditazione della croce e della morte del Figlio di Dio. In questo giorno la comunità cristiana non celebra l’Eucaristia perché il clima di festa non si addice all’evento che riempie il suo ricordo e motiva il suo digiuno: la morte del suo Signore e Sposo. L’azione liturgica è dominata dalla croce, manifestazione luminosa dell’amore divino spinto alla follia: lo spazio è riservato solo al silenzio e alla contemplazione. Dove i vescovi umbri celebrano questa liturgia:

Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 18.00 nella Cattedrale di Perugia; alle 21.00 Via Crucis nelle vie del centro storico.
Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: alle 18.00 nella Cattedrale di Spoleto; alle 21.00 Via Crucis: Piazza del Mercato, Giro della Rocca, Cattedrale.
Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: alle 6.45, Ufficio delle Letture nella Cattedrale di Assisi; alle 19.00, Liturgia del Venerdì Santo nella Cattedrale di Assisi.
Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 20.30, con partenza della processione verso la Cattedrale dalla chiesa di Santa Maria Maggiore.
Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 15.30 nella chiesa di S. Pietro a Gubbio; alle 19.30, processione del Cristo Morto.
Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 16.00 nella chiesa di S. Agostino a Foligno.
Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 18.30 nella Cattedrale di Terni; alle 20.30 Via Crucis dalla chiesa di S. Francesco.
Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 15.00 nella Cattedrale di Orvieto; alle 21.00 nella Concattedrale di Todi con, a seguire, processione del Cristo morto.

SABATO SANTO, 15 APRILE 2017
Per antichissima tradizione questa è «la notte di veglia in onore dei Signore» (Es 12,42), giustamente definita «la veglia madre di tutte le veglie» (S. Agostino). In questa notte il Signore «è passato» per salvare e liberare il suo popolo oppresso dalla schiavitù; in questa notte Cristo «è passato» alla vita vincendo la grande nemica dell’uomo, la morte; questa notte è celebrazione-memoriale del nostro «passaggio» in Dio attraverso il battesimo, la confermazione e l’eucaristia. Vegliare è un atteggiamento permanente della Chiesa che, pur consapevole della presenza viva dei suo Signore, ne attende la venuta definitiva, quando la Pasqua si compirà nelle nozze eterne con lo Sposo e nel convito della vita (cf Ap 19,7-9). Dove i vescovi umbri celebrano questa liturgia:

Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 22.00 nella Cattedrale di Perugia.
Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: alle 22.30 nella Cattedrale di Spoleto.
Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: alle 22.30 nella Cattedrale di Assisi.
Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 21.30 Cattedrale di Città di Castello.
Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 21.30 nella chiesa di S. Martino a Gubbio.
Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 22.30 nella chiesa di S. Agostino a Foligno.
Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 22.30 nella Cattedrale di Terni.
Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 22.00 nella Concattedrale di Todi.

PASQUA DI RESURREZIONE, 16 APRILE 2017
L’annuncio pasquale risuona nella Chiesa: Cristo è risorto, egli vive al di là della morte, è il Signore dei vivi e dei morti. Nella «notte più chiara del giorno» la parola onnipotente di Dio che ha creato i cieli e la terra e ha formato l’uomo a sua immagine e somiglianza, chiama a una vita immortale l’uomo nuovo, Gesù di Nazareth, figlio di Dio e figlio di Maria. Pasqua è dunque annuncio del fatto della risurrezione, della vittoria sulla morte, della vita che non sarà distrutta. Fu questa la realtà testimoniata dagli apostoli; ma l’annuncio che Cristo è vivo deve risuonare continuamente. La Chiesa, nata dalla Pasqua di Cristo, custodisce questo annuncio e lo trasmette in vari modi ad ogni generazione: nei sacramenti lo rende attuale e contemporaneo ad ogni comunità riunita nel nome dei Signore; con la propria vita di comunione e di servizio si sforza di testimoniare davanti al mondo. Dove i vescovi umbri celebrano questa liturgia:

Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve: alle 11.30 nella Cattedrale di Perugia; alle 17.00 nella Concattedrale di Città della Pieve.
Mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia: alle 11.30 nella Cattedrale di Spoleto; alle 16.00 a Campi di Norcia.
Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino: alle 10.00 ad Assisi in Cattedrale
Mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello: alle 10.30 e alle 18.30 nella Cattedrale di Città di Castello
Mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio: alle 11.30 nella chiesa di S. Francesco a Gubbio.
Mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno: alle 12.00 nella chiesa di S. Agostino a Foligno
Mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia: alle 11.00 nella Concattedrale di Narni; alle 18.00 nella Concattedrale di Amelia
Mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi: alle 11.30 nella Concattedrale di Todi; alle 17.30 nella Cattedrale di Orvieto. (187)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini