1PERUGIA – Era lo scorso 23 marzo quando una cittadina cinese, titolare di un banco del mercato rionale del quartiere di Ponte San Giovanni, si rivolse ai Carabinieri della Stazione per denunciare che proprio in occasione del mercato settimanale era stata rapinata da una coppia di ragazzi. Dalle dichiarazioni della donna emerse che un ragazzo e una ragazza si erano avvicinati al banco della signora prelevando un coltellino senza pagarlo, allontanandosi repentinamente tra la folla.

Nonostante ciò la donna era riuscita a raggiungere i due malfattori cercando di rimpadronirsi dell’oggetto illecitamente asportato, venendo però malmenata da minori che prima tirandole i capelli e poi colpendola alla schiena con dei pugni l’avevano rapinata anche del proprio telefono cellulare, riuscendo a dileguarsi.

I carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, dopo una minuziosa indagine, sono riusciti a raccogliere inconfutabili elementi di prova, consistenti sia in alcuni fotogrammi del sistema di videosorveglianza presente nei pressi dell’aggressione sia in alcune testimonianze dirette, consentendo al G.I.P. del Tribunale per i minorenni di emettere due misure cautelari del collocamento in comunità, eseguiti dai militari qualche giorno fa, a carico di un ragazza e di un ragazzo di nazionalità italiana. Entrambi dovranno rispondere dei gravi reati di rapina e lesioni personali.

Il G.I.P., nel dispositivo, nel motivare la misura emessa ha evidenziato la personalità dei due minori su cui gravano altri procedimenti penali per reati contro il patrimonio, contro la persona nonché violazioni per la normativa attinente gli stupefacenti.

  (117)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini