Sono le tre classi quinte che studiano i terremoti e stanno realizzando anche il giornalino di classe. Non poteva mancare la visita al Corriere dell'Umbria. Grande festa il 26 maggio al cà Rapillo

1PERUGIA – Crescere e imparare… a fare i giornalisti e gli ausiliari della protezione civile giocando. Le tre classi quinte dell’Istituto comprensivo “G. Ferraris” di Spello, dopo aver affrontato in classe i due progetti con il giornalista Gilberto Scalabrini, hanno fatto visita alla nostra redazione e all’osservatorio sismico “Bina”. Accompagnati dalle insegnanti Marina Paci, Paola Falcinelli, Venusia Pascucci, Valeria Baldan, Barbara Crucianelli, Annamaria Focante e Lucia Adoni hanno incontrato, all’interno della millenaria Abbazia Benedettina di S. Pietro, il grande esperto di terremoti, padre Martino Siciliani.

2In questo tempo della meteorologia e sismologia lo scienziato ha simpaticamente illustrato ai 65 alunni lo stress delle rocce e i conseguenti movimenti delle faglie che generano il sisma. Attraverso i sismogrammi, gli alunni hanno potuto vedere quello che è accaduto a Norcia il 30 ottobre scorso e anche la lunga sequela dello sciame sismico. Molta curiosità ha suscitato il primo sismografo a pendolo della storia, inventato a Perugia nel 1751 da padre Andrea Bina, geologo, matematico e fisico, in occasione degli eventi sismici che interessarono le zone di Gualdo Tadino e Nocera Umbra.

3«Il pendolo -ha spiegato padre Martino- oscilla ancora quando c’è un forte terremoto – ed è l’orgoglio del centro sismico». Infine, la carovana ha raggiunto la nostra redazione centrale, dove il giornalista Mauro Barzagna ha fatto “viaggiare” i piccoli ospiti nella storia del giornale, illustrando loro le varie fasi di composizione delle pagine. A fare gli onori di casa anche il direttore Anna Mossuto che è stata invitata il 26 maggio prossimo a Spello.

In quella data, gli alunni presenteranno il proprio tabloid di 24 pagine, dove stanno racchiudendo tutta l’attività dei due progetti didattici. Il numero zero, si chiama “Giornaleggiamo” è sarà stampato grazie al contributo della BCC di Spello e Bettona. Il sindaco Moreno Landrini, fa sapere che il giornalino di classe sarà tenuto a battesimo dal Presidente della Regione, Catiuscia Marini, e dal padre della Protezione Civile, il senatore Giuseppe Zamberletti.

  (728)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini