Il rappresentante diplomatico ha visitato le sedi di alcune aziende del territorio. La riunione ha visto la presenza di numerosi imprenditori locali.

1MAGIONE – «Azioni anche nel settore dell’economia nei rapporti tra il comune di Magione e la Mongolia oggi improntati soprattutto a scambi di tipo culturale legati alla figura del francescano Giovanni da Pian di Carpine». Con queste parole l’ambasciatore della Mongolia S.E. Tserendorj Jambaldorj ha salutato i numerosi imprenditori locali presenti all’incontro organizzato presso la Cancelloni food service dall’associazione parlamentare Italia-Mongolia e dell’amministrazione comunale in occasione della sua visita a Magione.

2«La Mongolia – ha fatto sapere l’ambasciatore – è un paese in forte sviluppo a cui mancano ancora molte competenze tecniche e conoscenze sulla promozione del turismo e dei prodotti agricoli. Da qui l’interesse verso quelle realtà che possono, in un ottica di scambio reciproco, dare supporto a sviluppare questi settori». È stato lo stesso ambasciatore ad evidenziare questa necessità «perché – ha proseguito – la Mongolia è un paese molto ricco di natura ma non può vivere solo di pastorizia».

«Dobbiamo aiutare le nostre imprese a far conoscere la loro tecnologia – ha affermato la senatrice Valeria Cardinali, presidente dell’associazione parlamentare Italia-Mongolia – . Per noi molte conoscenze tecniche sono ormai acquisite ma sono a volte sconosciute in altri paesi. Queste eccellenze, spesso frutto del lavoro di piccole e medie imprese di cui la nostra regione è piena, dobbiamo sostenerle anche attraverso la costruzione di canali istituzionali che consentano lo scambio con altri paesi». Impegno condiviso con il sindaco di Magione Giacomo Chiodini.

Il rappresentante diplomatico ha visitato, oltre alla Cancelloni food service guidato; l’azienda Umbra Pompe, la cantina del Castello dei cavalieri di Malta e la Cooperativa pescatori di San Feliciano. (119)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini