Vigili del Fuoco, Comitato per la Vita Daniele Chianelli, Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, Fondazione Fontenuovo... sono solo alcuni dei dieci premiati di questa edizione 2017. Il riconoscimento che ogni anno è conferito agli umbri che si sono distinti nel sociale e nello sviluppo delle arti e della cultura. Giunto quest'anno alla sua XVI edizione

1PERUGIA – Si terrà domenica 28 maggio alle ore 16, presso il Teatro Cucinelli a Solomeo, la XVI edizione del Premio Minerva Etrusca.  Il premio, promosso dalla casa editrice Bertoni Editore e l’Associazione Europa Comunica, con la collaborazione del Club UNESCO Perugia-Gubbio, Avis Comunale Perugia, Thelethon Umbria, Filarmonica di Solomeo, Associazione Rina Gatti, Fand (Associazione Italiana Diabetici), Associazione Cuor di Leone Onlus, Asi Umbria, con il patrocinio della Consigliera di Pari Opportunità della Provincia di Perugia Gemma Bracco, anche quest’anno vedrà la partecipazione di importanti realtà culturali e sociali del territorio perugino.

Il Premio Minerva Etrusca è un importantissimo riconoscimento che ogni anno viene conferito a umbri che si sono distinti nel sociale e nello sviluppo delle arti e della cultura.
La cerimonia di quest’anno vedrà l’assegnazione di ben dieci riconoscimenti.
Un importante riconoscimento quest’anno andrà ai Vigili del Fuoco della Direzione Regionale Umrbria, per per lo straordinario lavoro che hanno svolto durante il terremoto del Centro Italia. Per la categoria “Volontariato” il Premio andrà invece al Comitato per la Vita Daniele Chianelli, nella figura di Franco e Luciana Chianelli che ritireranno il premio.

Premio per la categoria “Cultura” alla Fondazione Brunello e Federica Cucinelli per il ruolo importante che l’istituzione riveste per nostra regione.
A ricevere il Premio Minerva Etrusca 2017, inoltre saranno anche: Fondazione Fontenuovo per la categoria “Impegno sociale”; Associazione “Ars et Labor” categoria “Musica”; per la categoria “Ricerca e Mediazione Sociale” il premio andrà al Centro Umbro di Riferimento per lo studio e la prevenzione delle mutilazioni femminili; Premio categoria “Medicina” a Paolo Gresele; Francesca Caproni, direttore del GAL Trasimeno-Orvietano per la categoria “Cultura e Tradizione”; Comitato Progetto “Star Cup” per la categoria “Sport”; infine Premio Speciale “CITTA’ 4.0” alla Cantina Monte Vibiano Vecchio. (180)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini