Grande afflusso da fuori regione nella giornata di domenica, molti anche gli stranieri. Aumentano le visite in cantina il sabato, anche se l’appuntamento più apprezzato della prima giornata di cantine Aperte resta la cena A Tavola con il Vignaiolo

1PERUGIA – Un’edizione memorabile quella di Cantine Aperte che si è conclusa domenica, dai numeri importanti. Una venticinquesima edizione che non poteva essere festeggiata meglio. Se, a livello nazionale, infatti, sono stati oltre un milione gli winelovers che si sono recati in cantina in questo weekend, per l’Umbria è stato davvero un successo importante, che ha ridato fiducia agli operatori.

2Nelle 56 cantine che hanno aperto le porte ai turisti del vino sono stati oltre 75mila gli enoturisti italiani e stranieri in visita e 18mila i calici ufficiali dell’evento distribuiti dagli oltre 100 volontari AIRC (Associazione Italian per la Ricerca contro il Cancro), nella classica tasca portabicchiere dell’evento insieme all’enometro, il misuratore di degustazioni. Molti enonauti sono arrivati già nella giornata del sabato, con l’obiettivo di godersi la visita in cantina con maggiore tranquillità e partecipare a quello che è il momento di gusto più alto della due-giorni: la cena A Tavola con il Vignaiolo, quest’anno organizzata in 17 cantine. Circa 2mila i commensali, con un aumento significativo rispetto al 2016, quando si erano contati poco meno di 1500 visitatori in 24 cantine.

3Tra i 75mila enoturisti tante le famiglie con i bambini al seguito che, confermando un trend che già negli anni scorsi si era messo ben in evidenza, hanno approfittato della kermesse per trascorrere una giornata immersi nella natura, con offerte di qualità per i genitori, ma anche per i piccoli. Moltissimi i giovani, attenti e preparati, curiosi e desiderosi di conoscere i diversi vini umbri e i loro luoghi di produzione attraverso le degustazioni guidate, tutte sold out. E per questo anche sempre più consapevoli nel bere, che scelgono vino di qualità e non si mettono in auto dopo averne bevuto. Non a caso, è aumentato il numero degli autobus di enonauti organizzati che hanno scelto la serenità e la sicurezza della vacanza in cantina.

In aumento anche le presenze dall’estero, soprattutto Nord Europa e America, in gran parte presenti nell’area di Montefalco ma anche nell’orvietano e a Perugia.
“Registriamo con soddisfazione l’ennesimo successo di Cantine Aperte –afferma il Presidente di MTV Umbria Filippo Antonelli- determinato non solo dal lavoro e dall’accoglienza delle cantine che, ogni anno, si dimostrano all’altezza delle aspettative dei tanti ospiti, ma anche dalla volontà di fare rete del Movimento Turismo del Vino con i diversi soggetti regionali operanti nel settore turistico ed enogastronomico, sia istituzionale che economico. Fare rete è determinante e i risultati ci danno ragione. L’appuntamento è stata anche un’ulteriore occasione -ha concluso- di testimonianza del fatto che l’Umbria è accogliente come sempre e pronta ad ospitare i suoi visitatori. ”

L’attività del Movimento Turismo dell’Umbria prosegue senza interruzione nella promozione del territorio regionale e dell’enoturismo di qualità. In attesa, infatti, del prossimo appuntamento ufficiale MTV con Calici di Stelle il 10 agosto prossimo, l’associazione regionale dell’Umbria sarà partner della kermesse Piacere Barbecue, con la Wine Beach, lo spazio dedicato ai vini umbri, alla presenza degli stessi produttori.
Prosegue anche la promozione dell’Umbria attraverso un’esperienza completa, che parte dal vino ma fa scoprire tutta la ricchezza del territorio, attraverso i pacchetti Wine & Sport, creati e realizzati in collaborazione con le Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria, le Wine Experience per conoscere i territori vocali alla viticoltura della regione, il Turismo verde nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini (in collaborazione con l’Ass. Gaia Avventura nel parco) e gli itinerari a tema tra gusto e cultura che sono prestabilii tutto l’anno. (126)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini