SCOPERTA DALL’ALLARME DEL DISPOSITIVO ANTITACCHEGGIO, CON L’AIUTO DI DUE COMPLICI CERCA DI RIENTRARE NEL NEGOZIO PER ABBANDONARE LA REFURTIVA. LA POLIZIA DENUNCIA PER FURTO IN CONCORSO TRE CITTADINI RUMENI

1339310-arresto_poliziaPERUGIA – L’addetto alla sorveglianza li aveva notati mentre si aggiravano all’interno del negozio con fare sospetto. Ad un certo punto i tre giovani, due uomini di 30 e 31 anni, ed una donna di 27 tutti rumeni, si sono diretti verso le casse, cercando di oltrepassarle nella parte dedicata all’uscita senza acquisti.

Ma i sospetti dell’addetto alla vigilanza si sono concretizzati allorchè, al passaggio dei tre, è scattato l’allarme antitaccheggio. Dopo aver richiesto l’intervento del 113, l’uomo si è messo all’inseguimento del gruppetto e raggiunti i tre, ha chiesto loro di rientrare. Al passaggio della donna, l’allarme scattava nuovamente.

Vistisi scoperti, i due complici cercavano di distrarre il vigilante in modo da consentire alla donna di defilarsi e rientrare nel negozio. Ma il tentativo non sfuggiva all’addetto alla sicurezza che seguiva la ragazza e la trovava poco distante nascosta ai piedi di uno scaffale sul quel, appoggiate in modo disordinato ed in mezzo ad altre calzature di tutt’altro genere, trovava un paio di scarpe da donna.

All’arrivo della Volante, i tre venivano accompagnati in Questura per essere compiutamente identificati. Dai rilievi emergevano alcuni pregiudizi per il solo trentenne mentre il trentunenne e la donna erano incensurati. Per tutti è scattata la denuncia a piede libero per furto in concorso.

  (179)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini