COLLOQUIA Sabato 10 giugno, ore 17, a Palazzo Trinci Conferenza: “Interpretazione giuridica e musicale due mondi a confronto”. Sabato 10 giugno ore 21, all'Auditorium San Domenico, GRANDI SOLISTI con il Concerto di FRANCESCO LIBETTA al pianoforte

1FOLIGNO – Stella del pianismo internazionale Francesco Libetta sarà protagonista a Foligno di un doppio evento a cura degli Amici della Musica. Sarà relatore insieme ad illustri giudici e magistrati in una conferenza dedicata all’interpretazione in musica e nella legge, poi grande attesissimo concertista all’Auditorium San Domenico. Di lui hanno detto “genio del piano”, “il più grande musicista vivente”, “mostruoso virtuosismo”. Così la critica mondiale parla di Francesco Libetta, “figura culto”, pianista, direttore, compositore, attesissimo protagonista del prossimo concerto degli Amici della Musica di Foligno. A lui, per la parte del cartellone “grandi solisti”, l’Associazione folignate dedica un doppio appuntamento sabato 10 giugno, con conferenza alle ore 17 a Palazzo Trinci – ingresso libero – e concerto serale ore 21 Auditorium San Domenico.

Un’occasione preziosa per ascoltare e conoscere da vicino uno dei grandi esponenti del pianismo contemporaneo, apprezzatissimo dagli anni ’90 per la straordinarietà strumentale e interpretativa, per la libertà e la forte personalità musicale che porterà a Foligno in un programma di rara intensità. Ad aprire il concerto Caprice sur les airs de ballet “Alceste” de Gluck di Camille Saint-Saëns, Sonatina super Carmen di Ferruccio Busoni, Franz Liszt Rapsodia ungherese n.2 Vallée d’Obermann per concludersi con con Franz Schubert Wanderer-Fantasie op. 15.

Ma prima di farsi concerto la musica sarà nel pomeriggio uno dei temi della conferenza “Interpretazione giuridica e musicale: due mondi a confronto. Come la legge e lo spartito prendono vita”, dedicata ai 70 anni della Costituzione e organizzata in collaborazione con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Spoleto, con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Perugia e dell’Associazione Nazionale Magistrati sez. Umbria, tra l’altro inserita nel programma di formazione continua dell’Ordine degli Avvocati di Spoleto. Inserita nella serie “Colloquia” della stagione concertistica, avrà lo stesso Libetta tra i relatori accanto a illustri giudici e magistrati Alberto Avenoso giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Perugia, Paolo Micheli consigliere della Corte Suprema di Cassazione, Massimo Ricciarelli consigliere della Corte suprema di Cassazione. Al centro del confronto punti di contatto e differenze tra i due mondi, ruolo e importanza dell’interprete, operatore giuridico e musicista.

Poi alle 21 Francesco Libetta porterà all’Auditorium la straordinarietà di un talento unico, “una libertà insieme e autorità pianistica che lo fanno senza confronti al mondo”. Così scrive il musicologo e critico Paolo Isotta, ma a parlare di lui sono anche l’importanza di opere eseguite e registrate, che non dimenticano musica per il teatro e per il cinema con elettronica, acusmatica, cameristica, orchestrale, per strumento solista e orchestra con un repertorio che spazia dalla musica rinascimentale alla contemporanea. Senza dimenticare l’eccellenza di Libetta compositore e direttore d’orchestra di cui hanno detto “estremo fino alla trasparenza il gesto”, alle prese con un repertorio sinfonico, operistico e da balletto.

Il regista Bruno Monsaingeon – fra i migliori documentaristi specializzati nella musica – ha dedicato un film pluripremiato dalla critica a un suo concerto tenuto al Festival “La Roque d’Anthéron”. Oltre al repertorio maggiore, Libetta propone in concerto e in disco anche una letteratura pianistica meno nota, a cui dedica un lavoro di ricerca e di riscoperta. Ha realizzato la prima registrazione mondiale dei 53 Studi di Lepold Godowsky sugli Studi di Chopin. Nel 2010 una sua esecuzione è stata inclusa, negli Stati Uniti, in un’antologia di interpreti chopiniani storici, unico italiano dopo Ferruccio Busoni in una galleria di nomi leggendari che comprende Pabst, Bartók, Paderewski, Rubinstein, Lipatti. Ha suonato alla Carnegie Hall, al Teatro alla Scala, all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Per il concerto è già attiva prevendita online – www.amicimusicafoligno.it -, oppure presso la sede dell’Associazione, Palazzo Candiotti Largo Frezzi nei giorni martedì e giovedì dalle 10.30 alle 12.30. Il giorno stesso del concerto al botteghino dell’Auditorium a partire dalle 19.

 

 

 

  (139)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini