Sabato 11 giugno il Castello di Sorci, ad Anghiari (Arezzo), ospiterà il secondo Metal Detector Day e l'intero ricavato verrà devoluto in beneficenza per la ricostruzione di Castelluccio

1TERNI – Una iniziativa nazionale per festeggiare appena dieci anni di vita ma avendo già costruito una  realtà a livello internazionale.  E’ il percorso tracciato dalla “Geotek center”, azienda ternana di via Bartocci 10, che ha puntato  con decisione su un prodotto di nicchia: la commercializzazione dei metal detector.

Oggi i risultati sono lusinghieri sia a livello di fatturato che di ingresso nel mercato nazionale ed  estero. Importatori di grossi marchi internazionali.  Sabato 11 giugno il Castello di Sorci, ad Anghiari (Arezzo), ospiterà il secondo Metal Detector Day .  E si attendono grandi numeri nelle adesioni da tutta Italia.

Basti considerare che lo scorso anno,nell’edizione inaugurale, si contarono 250 iscritti: e lo spettacolo migliore lo offrirono le decine e  decine di giovani appassionati e affascinati dalla ricerca.

La manifestazione si tinge quest’anno anche dei colori della solidarietà.  Gli iscritti pagheranno infatti una adesione di dieci euro: l’intero ricavato verrà devoluto in
beneficenza per la ricostruzione di Castelluccio (PG), uno dei paesi colpiti dal terremoto.

La somma andrà infatti a “Per la vita di Castelluccio di Norcia onlus” i cui rappresentanti  parteciperanno personalmente al simpatico evento.
L’iniziativa della Geotek Center serve anche a fornire una luce diversa a coloro che passeggiano su  prati e boschi – mai nelle zone archeologiche.

“Oggi c’è un volume – afferma Alessandra Gargini – che meglio di ogni altro spiega cosa si può  fare e cosa è assolutamente da evitare. E’ la guida pratica educativa all’uso del metal detector  scritta da Edoardo Meacci, rappresentante dell’associazione M.D.Club Italia nazionale “.

I campi di ricerca sono le spiagge e anche i territori abbandonati consentiti, con l’obbligo di  segnalare e consegnare alle autorità preposte eventuali ritrovamenti importanti.
Una passione, sempre più contagiosa. (132)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini