1CASCIA – Finisce la scuola, ma il cuore degli umbri resta sempre aperto e grande: nei giorni scorsi, infatti, l’UNAE Umbria (Albo di Qualificazione delle Imprese di Installazioni Impianti), in collaborazione con Enel Energia e con l’Università di Perugia, infatti, ha organizzato presso l’Ipsia di Cascia l’iniziativa “Ricostruire dopo il terremoto: ricominciamo dalle scuole” con un seminario sui temi del risparmio energetico e dell’innovazione tecnologica nel settore dell’energia, a cui sono intervenuti rappresentanti di Enel Energia per quanto riguarda l’efficienza energetica, Marco Pacioselli di e-distribuzione e Marco Moretti dell’Unae nazionale per la parte di costruzione impianti e sicurezza elettrica.

Al termine del convegno, Franco Micanti, presidente Unae Umbria, ha consegnato agli studenti dell’Istituto omnicomprensivo statale Beato Simone Fidati, accompagnati dai prof. Bruno Saveri e Gioisiana Delle Cese, materiale e attrezzature per il laboratorio di elettrotecnica della scuola, reso inagibile dal sisma e riaperto agli studenti solo recentemente. Al contributo dell’Unae Umbria hanno partecipato le aziende di Spoleto Castellani Impianti, Cieffe, Ime, Bellini Impianti, P.I.E. e Scat Impianti. Un ringraziamento speciale ad Unae è arrivato dalla dirigente scolastica Rosella Tonti.

L’Unae Umbria mette a disposizione la sua struttura tecnico logistica per la realizzazione degli impianti elettrici nella ricostruzione degli edifici delle aree terremotate. Inoltre, le imprese associate all’Unae sono disponibili per offrire stage agli studenti nell’ambito del progetto alternanza scuola lavoro e per fare interventi formativi nelle scuole sui temi della sicurezza sui luoghi di lavori e sulla realizzazione degli impianti elettrici. (58)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini