Le due strutture (centri polifunzionali con spazi ludico-ricreativi) saranno anche pronte a trasformarsi in luoghi sicuri dove cittadini e soccorritori possano ritrovarsi in caso di emergenze

1PERUGIA – Ricostruire i territori colpiti dal sisma a partire dal tessuto sociale, restituendo alla comunità spazi di incontro e di aggregazione. È questo lo spirito che anima gli accordi firmati oggi, nella Sala Giunta di Palazzo Donini, tra il Presidente nazionale di Croce Rossa Italiana Francesco Rocca e i sindaci dei Comuni di Spoleto e Norcia, Fabrizio Cardarelli e Nicola Alemanno, alla presenza della Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e del Presidente di Croce Rossa Umbria Paolo Scura. Al centro dell’intesa la realizzazione, interamente a carico della CRI, di due Pala Croce Rossa: centri polifunzionali con spazi ludico-ricreativi dedicati allo sport e ad altre attività che possano favorire l’incontro tra generazioni.

2Le due strutture saranno anche pronte a trasformarsi in luoghi sicuri dove cittadini e soccorritori possano ritrovarsi in caso di emergenze. Nei progetti saranno quindi previsti spazi capaci di ospitare centinaia di persone con presidi socio-sanitari e la possibilità di allestire posti letto e mense. Anche in quest’ottica, all’interno dei due impianti, il Comitato Regionale Croce Rossa Umbria insieme ai Comitati Territoriali organizzeranno iniziative di sensibilizzazione, corsi formativi e didattici nell’ambito della prevenzione dei disastri e della risposta collettiva ad eventi come il terremoto.

Il protocollo firmato dal Presidente nazionale CRI Rocca e il Sindaco di Norcia Alemanno prevede la realizzazione del nuovo Pala Croce Rossa al posto del PalaTennis, reso inagibile dal sisma del 30 ottobre 2016, immediatamente a ridosso delle mura cittadine e con un accesso diretto alla Porta Ascolana, uno degli ingressi principali della città. A Spoleto, la firma del sindaco Cardarelli dà invece il via alla riqualificazione completa del Palatenda di Via Pasquale Laureti che avrà anche una nuova copertura capace di garantire completo isolamento termico necessario in caso di emergenza.

“La nostra idea di ricostruzione parte dall’ascolto del territorio e dalla condivisione dei progetti con le Istituzioni: queste due strutture ne sono un esempio”, ha commentato il Presidente nazionale CRI Francesco Rocca. “Siamo al fianco della Regione Umbria e dei sindaci delle zone colpite dal sisma per fornire il nostro aiuto attraverso una pianificazione strategica pensata sul medio e sul lungo termine, sia per i grandi che per i piccoli interventi. Anche per questo siamo felici di poter realizzare centri come questi che possano restituire al territorio luoghi di incontro e di aggregazione, imprescindibili per far ripartire queste terre”.

“La firma di questo accordo, la realizzazione del progetto “PalaCroceRossa” segna il raggiungimento di un obiettivo molto importante per il nostro territorio – sono state le parole del Sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli – Questo non solo perché ci permette di recuperare un impianto sportivo altrimenti non utilizzabile, ma anche perché avremo finalmente una struttura perfettamente funzionante a servizio della nostra comunità in eventuali situazioni di emergenza. Siamo quindi molto grati alla Croce Rossa Italiana per la disponibilità, la sensibilità e l’impegno dimostrati nei confronti della città di Spoleto”.

“Questo accordo, e soprattutto la realizzazione a Norcia di questa struttura – ha detto il Sindaco Nicola Alemanno -, riveste per tutta la nostra comunità una grandissima importanza. Siamo quindi davvero grati a Croce Rossa Italiana per questo ulteriore gesto di solidarietà e vicinanza. In questi giorni siamo impegnati ad ultimare le ultime ‘casette’ ed altre strutture sociali e per i servizi. Ciò ci consentirà di superare la fase dell’emergenza e dedicarci a quella dell’avvio della ricostruzione. Inoltre, siamo impegnati anche sul versante della ripresa economica, con una particolare attenzione alla filiera turismo-cultura-enogastronomia, che proprio a Norcia ed in tutta la Valnerina vanta affermate e riconosciute eccellenze. Un grazie, quindi, anche a nome della collettività – ha concluso – per questa iniziativa di Croce Rossa Italiana che contribuirà ad accrescere la dotazione di strutture al servizio dei cittadini per varie finalità e, nel malaugurato caso di nuove emergenze che speriamo di non dover rivivere, svolgerà la funzione di struttura per la gestione dell’emergenza”.

“Colgo questa circostanza, e la presenza del Presidente nazionale Rocca – ha sottolineato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini -, per rivolgere innanzitutto un ringraziamento davvero sentito, alla Croce Rossa Italiana, ai suoi volontari, a tutti i suoi operatori, per ciò che avete fatto, con generosità e grande professionalità, in occasione dell’emergenza per gli eventi sismici. La vostra vicinanza, ed il vostro aiuto, sono stati di enorme utilità, oltre che di conforto per i cittadini, e anche per le istituzioni e soprattutto per i sindaci dei comuni più colpiti”.

“Vorrei anche ringraziarvi – ha concluso – per la positiva collaborazione istituzionale, grazie alla quale svolgete in Umbria attività importantissime sia nel settore sanitario che in quello del sociale e dell’accoglienza degli immigrati. Come vice commissario per la ricostruzione devo aggiungere che, con la firma di questi protocolli per la realizzazione delle due strutture a Norcia e Spoleto, Croce Rossa Italiana ha accolto l’indicazione della Protezione civile di realizzare opere per rafforzare la rete di strutture appunto dedicate a funzioni di protezione civile”. (63)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini