Vogliamo assunzioni che rendano il Corpo, in linea agli standard medi europei, rifiutiamo la “riforma Madia” che assegna economicità sostanziali alla sola classe dirigente

1TERNI – Da Andrea Guiso USB VVF UMBRIA riceviamo e pubbllichiamo.   Anche i vigili del fuoco di Terni parteciperanno alle iniziative di sciopero proclamate da Usb Vigili del Fuoco. Siamo stanchi delle pacche sulle spalle e delle promesse di Pulcinella dei vari politici con le loro kermesse sui luoghi delle calamità. Siamo dei professionisti e pretendiamo rispetto, aspettiamo un rinnovo contrattuale, bloccato dal 2009, adeguato alle nostre professionalità.

Vogliamo assunzioni che rendano il Corpo, in linea agli standard medi europei, rifiutiamo la “riforma Madia” che assegna economicità sostanziali alla sola classe dirigente, lasciando le briciole alla maggioranza degli appartenenti al Corpo Nazionale.

Chiediamo il rispetto della normativa contrattuale e l’abrogazione di tutte quelle circolari che, in nome della produttività, ci sovraccaricano di lavoro. Non abbiamo neppure una copertura Inail, ma siamo affidati ad una fantomatica Opera nazionale di assistenza denominata ONA, che non ci copre neppure dalle cure per infortuni sul lavoro. Non siamo riconosciuti come categoria professionale usurante!

Stanno facendo in maniera di toglierci il diritto alla mensa in nome dei risparmi di gestione, abbiamo un’aspettativa pensionistica che ci traghetta ai 63 anni, come se per noi l’età anagrafica non contasse; ma come si può pretendere che a 60 anni si possa ancora fare soccorso?

I Vigili del fuoco sono una risorsa per tutta la popolazione ed è assurdo che ci si ricordi di noi solo nelle macro emergenze. Cari politicanti, non vogliamo le vostre pacche sulle spalle, ma pretendiamo rispetto per quello che tutti i giorni facciamo.

Per questo motivo aderiremo a tutte le iniziative di sciopero e di lotta annunciate dal Coordinamento Nazionale USB Vigili del fuoco. (91)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini