La mostra, organizzata dalla Caritas, lancia una provocazione: proviamo ad affrontare l’argomento non anzitutto come un “problema”

1TERNI – Sta riscuotendo un buon successo la mostra documentaria “Migranti, la sfida dell’incontro” ospitata fino al 18 giugno presso la basilica di San Valentino. La mostra, realizzata per la XXXVII edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli con il patrocinio della fondazione Migrantes, è stata promossa a Terni grazie alla collaborazione tra la Caritas diocesana, la diocesi e l’associazione di volontariato San Martino insieme al Polo scientifico e didattico di Terni, “Laboratorio Idea”, progetto Sprar, progetto Emergenza sbarchi, Arci solidarietà Terni ed è stata inaugurata il 9 giugno scorso dal vescovo Piemontese in occasione del convegno “La carità nelle radici evangeliche. Solidarietà, immigrazione e accoglienza nel segno dell’economia civile” evento realizzato per il ventennale dell’associazione di volontariato San Martino .

2Nella mostra, attraverso le foto, i racconti, il materiale informativo sulle accoglienze diffuse, gli eventi collaterali viene proposta una riflessione, pur se limitata nello spazio e nel tempo, sul mondo dei migranti, un popolo in cammino spinto da povertà estrema, disastri ambientali, persecuzioni e guerre che approda in Italia. Sono i nuovi vicini di casa che si aggiungono ai 5 milioni che da anni risiedono qui e che sono diventati nel frattempo nostri concittadini.

La mostra lancia una provocazione: proviamo ad affrontare l’argomento non anzitutto come un “problema”, ma guardando negli occhi gli uomini e le donne che emigrano. Proviamo a chiederci chi è quell’”altro” che bussa alle porte delle nostre società, da quali terre arriva, perché ha deciso di lasciarle per venire dalle nostre parti. Proviamo a misurarci con le parole pronunciate da Papa Francesco in occasione dell’ennesimo naufragio nelle acque del Mediterraneo con centinaia di morti: “Sono uomini e donne come noi, fratelli nostri che cercano una vita migliore, affamati, perseguitati, feriti, sfruttati, vittime di guerre; cercano una vita migliore. Cercavano la felicità”.
La mostra a ingresso gratuito rimarrà aperta sabato 17 e domenica 18 dalle 9 alle 20  presso la basilica di san Valentino. (124)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini