Sviluppato insieme a Pefc Italia. I boschi come “materia prima per prodotti innovativi”. Sfilata con creazioni di moda degli allievi venerdì 23 giugno alle 18.30, sala Podiani, Perugia

1PERUGIA – Una sfilata che lancia una provocazione al mondo del fashion: trasformare il design e il settore abbigliamento in uno strumento di valorizzazione della filiera bosco-legno e rendere, al tempo stesso, i consumatori finali testimonial di sostenibilità semplicemente indossando il capo giusto. L’appuntamento è venerdì 23 giugno alle 18.30 a Perugia, nella sala Podiani della Galleria nazionale dell’Umbria, dove sfileranno in passerella le creazioni dei giovani allievi dell’Istituto italiano design (Iid) di Perugia coinvolti nel progetto internazionale ‘3F Forest for fashion’, sviluppato in collaborazione con Pefc Italia (Programme for endorsement of forest certification schemes).

Tessuti per capi d’abbigliamento e rivestimenti derivanti dal sughero, filati da eucalipti che garantiscono più morbidezza della seta e sono più freschi del cotone, fibre di cellulosa contro gli stress termici, tute protettive per operazioni antincendio, stoffe che ricordano le pelli animali più pregiate ma invece sono ottenute dalle principali latifoglie e conifere italiane: la creatività dei giovani designer è messa al servizio delle foreste per dimostrare come il patrimonio boschivo, italiano ed europeo, possa trasformarsi in un serbatoio di materia prima per prodotti innovativi.

“Abbiamo pensato e avviato questo progetto – ha spiegato Antonio Brunori, segretario generale del Pefc Italia – per evidenziare come le risorse offerte dal nostro patrimonio forestale, spesso sottovalutate, sono in realtà molto più versatili di quanto si possa immaginare. Inoltre vogliamo fare in modo che la creazione di nuovi prodotti certificati porti a una crescente domanda di materie prime come la cellulosa, le fibre, il sughero, la gomma e altri prodotti forestali non legnosi come i funghi o il tannino e semilavorati certificati”.

“‘Design: your future’ è la vision dell’Istituto italiano design – ha dichiarato AnnaMaria Russo,

ownership management dell’Iid – calzante perfettamente con il tema dell’ecosostenibilità, perché è solo con il rispetto dell’ambiente che potremo disegnare il futuro, ed è questo lo spirito con cui abbiamo aderito al progetto”.

Il programma della serata prevede, dopo i saluti iniziali delle autorità, gli interventi di Antonio Brunori, Paola Deda, dell’Unece Fao Forestry and Timber section, ed Eleonora Granieri, docente di fashion design dell’Iid di Perugia.

La scena, poi, sarà tutta per i giovani designer dell’istituto, Maria Rosaria Franco, Alessandra Perna, Marco Rossi, Roberta Pezzotti, Valerio Mercurii. La sfilata dei loro capi d’abbigliamento sarà accompagnata dai video realizzati dagli studenti del corso dell’Iid in Communication design, Laura Spallaccia, Simone Piantoni e Maya Cerquaglia. (134)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini