Anita è l’associazione nazionale delle imprese di trasporto e logistica

1PERUGIA – L’imprenditore umbro Riccardo Morelli, della Morelli Logistica & Servizi di Narni, è stato eletto ai vertici di Anita, l’Associazione nazionale delle imprese di autotrasporto e logistica che dal 1944 rappresenta le grandi imprese strutturate del settore, in Italia e in Europa. Morelli sarà uno dei quattro vice presidenti che faranno parte della squadra del confermato presidente Thomas Baumgartner, bolzanino, presidente di Fercam azienda che oggi vanta una compatta rete di partner a livello mondiale con 63 filiali ed un parco veicolare tra i più grandi d’Europa.

Riccardo Morelli, in occasione della nuova nomina, ha ringraziato il presidente e i colleghi per la fiducia riposta in lui “è un’assunzione di responsabilità importante – ha sottolineato – per la quale assicuro il massimo dell’impegno”.

Riccardo Morelli, che dal 2014 è anche presidente della Sezione dei Trasporti di Confindustria Umbria, è stato nominato in occasione dell’Assemblea di Anita che si è riunita nei giorni scorsi e durante la quale è stato affrontato il tema della rivoluzione digitale di Industria 4.0, incentrata su processi sempre più automatizzati e interconnessi.

Il Presidente nazionale Thomas Baumgartner ha salutato gli ospiti e gli imprenditori intervenuti e ha introdotto il tema dell’Assemblea, soffermandosi su come “il settore deve cogliere le opportunità che si presentano, in un periodo di grandi cambiamenti, come quello che stiamo vivendo, che sarà sempre più caratterizzato dalle innovazioni tecnologiche, dalle strade intelligenti, dai veicoli connessi e a guida autonoma, dalle infrastrutture stradali tecnologicamente avanzate”.

Nei prossimi anni, tali innovazioni influenzeranno profondamente il modo di fare impresa anche nel settore del trasporto e della logistica, in Italia, in Europa e a livello globale. Il futuro porterà ad una mobilità delle merci più sicura, sostenibile, digitale, integrata, e le imprese di trasporto e logistica devono adattare i propri processi ai nuovi paradigmi introdotti da Industria 4.0.

Sarà ancora l’uomo, tuttavia, il protagonista del cambiamento, non soltanto la tecnologia. Ci sarà bisogno, infatti, di persone sempre più qualificate, capaci di adattarsi alle innovazioni e ai ritmi dettati dai nuovi paradigmi dell’era digitale.

L’azienda guidata da Riccardo Morelli, fondata nel 1965, ha da poco oltrepassato il traguardo dei 50 anni ed è specializzata nei trasporti di materiali sfusi.

  (140)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini