bevagna-piazzaBEVAGNA – In riferimento al concorso regionale “Nel nome del rispetto”, ideato dall’omonima associazione presieduta da Maria Cristina Zenobi, in data 20 maggio 2017, durante la cerimonia di premiazione presso l’Auditorium San Domenico di Foligno è stato tra gli altri, attribuito il primo premio, per quel che concerne la scuola dell’Infanzia, agli alunni di Bevagna.

Oltre al riconoscimento per un elaborato originale e rispondente all’obiettivo di “seminare” la cultura del rispetto e dell’amore già in bambini così piccoli, il premio si concretizza in un valore di 100.00 euro. Le insegnanti della scuola della scuola statale dell’Infanzia di Bevagna (Luciana Costi, Antonella Gaburri, Nicla Lanari, Rita Ottavi, Anna Paci, Maria Teresa Pasqualoni), condivisa l’idea con le famiglie e con la dirigente Francesca Lepri, decidono di destinare la somma a sostegno del progetto SCUOLA – SCHOOL BONUS.

Come previsto dalla legge Buona Scuola 107/2015, persone fisiche ed imprese possono effettuare una donazione per la realizzazione di nuove scuole con un credito d’imposta pari al 65% interamente detraibile in tre anni.

L’Amministrazione Comunale con il Sindaco Annarita Falsacappa e l’assessore Umberto Bonetti, in seguito ai ripetuti eventi sismici aveva già chiamato a “raccolta” entro giugno cittadini ed imprese per creare in tempi brevi un progetto con il quale accedere a finanziamenti statali o europei per la realizzazione di una nuova struttura scolastica (dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola secondaria di primo grado) moderna, salubre, antisismica, priva di barriere architettoniche e quindi sicura.

Famiglie e aziende hanno già offerto il proprio contributo e si spera nel sostegno di tutti.

Così la scuola statale dell’Infanzia di Bevagna si inserisce nell’opportunità che oggi ci viene offerta, nella consapevolezza che educare al rispetto significa anche educare alla responsabilità del futuro, alla partecipazione civile, per collocarsi costruttivamente nel mondo e nella società per il benessere e i diritti di tutti, dei bambini e ragazzi non solo di oggi ma anche di domani.

 

  (121)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini