1CITTA’ DI CASTELLO – Sarà l’Elav di Città di Castello a seguire squadre ed atleti italiani in vista delle Olimpiadi di Tokio del 2020 per quanto riguarda i test di valutazione, consulenza sulla bio-metodologia e bio-Programmazione dell’allenamento. E’ questo il campo specifico in cui l’organizzazione tifernate di ricerca nelle scienze motorie, presieduta da Enrico Guerra si è specializzata, arrivando ad essere riferimento della squadra di scherma dell’aeronautica, di un atleta nazionale di scherma , di una maratoneta tra le più forti d’Italia, del campione del mondo del Karate Kata, disciplina che esordirà in Giappone, del campione del mondo di Arte Marziali Miste, del miglior sprinter italiano e della squadra di pallamano maschile.

Il progetto di chiama Olimpic Project e sarà presentato mercoledì 28 giugno alle 18.30 nella Sala del Consiglio comunale di Città di Castello alla presenza di rappresentanti di squadre nazionali, atleti di interesse olimpico ed allenatori professionisti. Reduce dal congresso nazionale sulla longevità, Enrico Guerra parla di questa nuova avventura come “il supporto per tecnici ed atleti di alto interesse sportivo, i quali usufruiranno di consulenza e supporto di altissimo profilo direttamente in nostra sede a Città di Castello e con la complicità dell’impiantistica sportiva locale”.

Elav è un’organizzazione indipendente dedicata esclusivamente alle Scienze Motorie che guarda a 360 gradi tutti i settori ad esso correlati, fondandosi principalmente su progetti di ricerca scientifica e sviluppo attuati all’interno dell’ELAV Institute e in collaborazione con partners tecnici, didattici ed universitari tra i più prestigiosi d’Europa. (144)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini