E' stato per lunghi anni il direttore dei Musei Vaticani. Il sindaco Donatella Tesei: “La sua grandezza culturale è indiscutibile e ancora oggi continua a lavorare per la nostra Italia”

1MONTEFALCO – “La sua grandezza culturale è indiscutibile e ancora oggi continua a lavorare per la nostra Italia”. E’ quanto affermato dal sindaco Donatella Tesei in merito al conferimento della cittadinanza onoraria al professor Antonio Paolucci, già direttore dei Musei Vaticani, nel corso del consiglio comunale che ha approvato all’unanimità la proposta fortemente voluta dal primo cittadino.

Il professor Antonio Paolucci è un grande estimatore della città di Montefalco e del Museo di San Francesco tanto da collaborato a numerosi eventi e mostre, in particolare l’esposizione della Madonna della Cintola e mostra Antoniazzo Romano e Montefalco che sono state grandi attrattori nel periodo post terremoto contribuendo all’affluenza di visitatori nell’intera Regione Umbria. A sostegno della concessione della cittadinanza onoraria al professor Antonio Paolucci erano arrivate diverse note da parte di soggetti che operano sul territorio, quali Sistema Museo, l’Accademia di Montefalco per la storia, l’arte e la cultura locale, il Consorzio tutela vini di Montefalco, l’Associazione Strada del Sagrantino e i Lions. Da sottolineare che si tratta del primo conferimento di cittadinanza onoraria assegnato dal Comune di Montefalco, previsto dal regolamento comunale per coloro “che si sono particolarmente distinti in campo culturale” e per aver realizzato iniziative “a favore degli abitanti di Montefalco”.

La cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria al professor Antonio Paolucci si svolgerà sabato 1 luglio alle 17.30 a Museo di San Francesco in occasione della presentazione del catalogo ufficiale della mostra “Antoniazzo Romano e Montefalco”. A presentare il volume, edito dalla Quattro Emme, sarà il professore Antonio Paolucci, curatore della mostra, e la curatrice del catalogo Adele Breda del Dipartimento delle Arti dei Musei Vaticani. (79)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini