A Castiglione del Lago, venerdì prossimo 30 giugno, a partire dalle ore 18,30, i sapori dell’Umbria antica diventano il fil rouge alla scoperta dei territori degli Etruschi, dei Sabini e degli Umbri in un evento a tappe

1CASTIGLIONE DEL LAGO – I sapori ritrovati dell’Umbria antica diventano il fil rouge alla scoperta dei territori degli Etruschi, dei Sabini e degli Umbri in un evento a tappe, che partirà il prossimo 30 giugno a Castiglion del Lago e proseguirà fino al prossimo anno, in diverse città della regione. I Sapori ritrovati: il gusto dell’Umbria antica è il titolo di una serie di appuntamenti, ideati e organizzati da Umbria & Tastes -consorzio di promozione del turismo enogastronomico nel Cuore verde d’Italia- in collaborazione con Archeofood. Gli appuntamenti si svolgeranno tra l’estate 2017 e l’autunno 2018 in alcune città della regione, la cui storia è legata alle popolazioni che le hanno abitate -gli Etruschi, i Sabini e gli Umbri- dei quali andranno a scoprire e far rivivere le tradizioni culinarie, in maniera gustosa e attuale.

2Così, il Farro Dop di Monteleone di Spoleto, la Roveja di Civita di Cascia, la Lenticchia di Castelluccio, la ricotta salata di Norcia e il Prosciutto Igp di Norcia, lo Zafferano, diventeranno ambasciatori dell’area Sabina della regione, a sud-est; l’olio extravergine di oliva Dop, il suino umbro e la crescia faranno scoprire i territori e la storia degli antichi Umbri, più a nord. Infine, con la Fagiolina del Trasimeno, l’olio extravergine di oliva, gli strangozzi (o umbricelli o umbrici, la tipica pasta di farina e acqua senza uovo) e con il pesce di lago si potranno riscoprire i sapori degli antichi Etruschi, nell’area centro occidentale della regione.

Proprio da qui si partirà, il prossimo 30 giugno alle 18,30, con il primo degli appuntamenti previsti, dedicato alla Storia in tavola, dagli Etruschi al Rinascimento. All’interno dello storico Palazzo della Corgna di Castiglion del Lago, bellissimo borgo che si affaccia sulle sponde del Trasimeno, tra colline di ulivi e vigneti, sarà ospitata un’insolita degustazione guidata dagli esperti di Archeofood, per un’esperienza enogastronomica unica e originale.

Un menù dai sapori antichi, ma del tutto attuali, con piatti semplici e gustosi a base di prodotti del territorio, preparati dallo chef Marino Marini, permetteranno ai visitatori di viaggiare indietro nel tempo attraverso i sapori e la tavola di epoche tanto lontane.

Ai visitatori sarà offerta anche l’opportunità di visitare Palazzo della Corgna e la Fortezza, da cui, percorrendo il camminamento lungo le mura si scopre un bellissimo panorama sul lago e le sue terre. Sempre all’interno del Palazzo sarà, inoltre, possibile visitare la mostra La materia e il segno. Ceramica e grafica, che espone le tre celebri serie di incisioni e acqueforti di Pablo Picasso Le Cocu magnifique, Carmen e Balzac en bas de casse e Picassos sans majuscule, oltre a 29 ceramiche realizzate dall’artista tra il 1947 e la fine degli anni 60, provenienti da raccolte e collezioni private.
Per partecipare all’evento del 30 giugno è necessario prenotarsi via mail all’indirizzo info@umbriatastes.eu (posti limitati). L’ingresso è gratuito ma si potrà accedere solo con l’apposito voucher di conferma, che dà diritto alla degustazione e alle visite.

Dopo gli Etruschi, sarà la volta dei sapori ritrovati dei Sabini e degli Umbri, con altri appuntamenti a partire da ottobre 2017, che poi saranno replicati anche nel 2018 ancora a Castiglion del Lago, Spoleto e Gubbio, con la medesima formula.

La storia, dunque, si impara a tavola e diventa il fondamento di un’esperienza di visita in Umbria completa e ricca. Il consorzio Umbria & Tastes, infatti, propone speciali pacchetti turistici a tema, per scoprire tutta la ricchezza dell’Umbria, a partire dalla sua tavola. Tutte le info su www.umbriatastes.eu e www.umbrialifestyle.it

E per chi, questo piacere, volesse portarlo a casa per assaporarlo in ogni momento, le Botteghe Good dell’omonimo circuito -piccoli negozi di dettaglio alimentare, caratterizzate dalla qualità dei prodotti in vendita e del rapporto con il cliente- propongono ai visitatori l’opportunità di acquistare in maniera consapevole, prodotti tipici a km0 di qualità garantita. (182)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini