La undicesima edizione da venerdì 30 giugno, poi sabato 1 e domenica 2 luglio 2017 in alcuni tra i più suggestivi luoghi della città dal prezioso valore storico-­‐artistico.

post-df17-3daysFOLIGNO – Welcome to Dancity! Torna il Dancity Festival, festival internazionale di cultura e musica elettronica, la cui undicesima edizione si svolgerà a Foligno, in Umbria, venerdì 30 giugno, sabato 1 e domenica 2 luglio 2017 in alcuni tra i più suggestivi luoghi della città dal prezioso valore storico-­‐artistico. Un atteso ritorno dopo la pausa dello scorso anno, che prende forma anche nel concept scelto, Welcome to Dancity appunto.

Il Festival si pone nuovamente al centro della scena culturale nell’ambito della musica elettronica valorizzando gli elementi che da sempre l’hanno contraddistinto: la ricerca e la sperimentazione in diversi ambiti creativi, che permettono la fruizione e l’incontro di un pubblico diversificato; la collaborazione con interessanti e compatibili realtà culturali nazionali ed internazionali; la valorizzazione di esperienze artistiche che promuovono lo scambio e il confronto fra i diversi mondi culturali, dando vita a nuovi linguaggi nel campo performativo e delle arti digitali.

La formula sarà quella collaudata dei tre giorni, a partire dal pomeriggio fino alla sera, con la presenza di artisti internazionali che si esibiranno tra concerti, live & DJ set, performance audio-­‐video, mostre, installazioni. Uno spazio importante avrà l’Art Session, con una nuova edizione dell’Open Call, così come proseguirà l’appuntamento con Dancity School, la scuola di educazione al mondo dell’elettronica dedicata ai più piccoli.

IL PROGRAMMA

Una line-­‐up, quella dell’undicesima edizione, che vedrà performance inedite e presentate per la prima volta in Italia, con artisti che rappresentano un punto di riferimento nell’evoluzione della musica elettronica accanto a giovani dal grande talento.

Venerdì 30 giugno

Concerto di punta di venerdì 30 giugno è quello di Manuel Göttsching, fondatore della band psichedelica Ash Ra Temple, che si esibirà al Festival come prima data assoluta in Italia. Musicista e compositore tedesco, ha influenzato decine di artisti ed è considerato uno dei principali esponenti del Krautrocki.

La parte notturna del venerdì si svolgerà proprio presso il club Serendipity, con tre stage tra Play Room, Rec Room e Outdoor. Tra i DJ set quello di Blawan, uno dei più importanti produttori techno a livello mondiale, Mike Servito, resident del Bunker New York, e del duo Optimo, formato da JD Twitch e JG Wilkes. Suggestioni mistiche e hyper-­‐sessuali per l’artista canadese Bernardino Femminielli, che suonerà per la prima volta in Italia, le cui accattivanti performance tra look stravaganti e provocazioni uniscono insieme musica, poesia e video. Dall’Olanda ci sarà Palmbomen II, moniker dell’artista Kai Hugo, che tra le altre cose ha realizzato la colonna sonora del gioco per PlayStation Metrico e di Gran Theft Auto V, mentre dall’Italia Lamusa II affascinerà con le sue atmosfere fine anni 80-­‐primi 90, guidate da drum machine, sintetizzatori e MIDI sequencer provenienti dalla stessa era. Altri due progetti da scoprire faranno parte del secondo giorno del Festival: Romans di Gunnar Haslam e Tin Man, con sonorità acid e psichedeliche, e la fluttuante techno di Dresvn, originale duo composto da Dynamo Dreesen e SVN.

Sabato 1 luglio

La giornata di sabato 1 luglio si svolgerà interamente nel centro storico della città presso Largo Frezzi e il Complesso dell’Auditorium S. Domenico. La parte pomeridiana, sempre a ingresso gratuito e sempre dalle 16:30, vedrà susseguirsi i live di Tolouse Low Trax, il progetto di Detlef Weinrich che esplora l’eleganza afro-­‐barocca unendola a sound ipnotici intrisi di scenari offuscati, Khidja, con le loro sonorità latine miste a prog, funk e jazz, e Nadav Spiegel aka Autarkic, produttore e songwriter di base a Tel Aviv che unisce sampler, synth, drum machine e voce. Tra le varie performance che illumineranno il sabato sera quella di A Certain Ratio, pioneri del punk funk, i quali si esibiranno per l’unica data italiana del tour estivo con il loro inconfondibile sound, in cui elementi avant-­‐garde di funk, jazz e elettronica si fondono con il pop dando vita ad un estetico post punk.

Domenica 2 luglio

Il giorno conclusivo del Festival, domenica 2 luglio, si svolgerà nella parte pomeridiana presso una location esclusiva, la Cantina Arnoldo Caprai di Montefalco. Si partirà dalle ore 13:30 con un brunch durante il quale si potranno degustare le eccellenze eno-­ganostromiche del territorio accompagnati dai DJ set del resident Dancity Franco B e del collettivo marchigiano Harmonized Soundsystem. Seguiranno poi l’atteso live degli Yussef Kamaal, che si esibiranno dopo il bellissimo album Black Focus, e il jazz velato dell’italiano Tommaso Cappellato. La parte serale, presso il suggestivo Chiostro Sgariglia adiacente l’Auditorium S. Domenico, sarà interamente presentata dalla Red Bull Music Academy, con la quale Dancity rinnova anche per l’undicesima edizione una proficua e preziosa collaborazione.

LE LECTURE

Un aspetto importante avranno le lecture, gli incontri conoscitivi con alcuni tra i più interessanti artisti che si esibiranno al Festival curate da Soundwall in collaborazione con Molinari Sambuca e condotte da Damir Ivic. Venerdì 30 giugno alle ore 18:00 protagonista sarà Manuel Göttsching, un artista che rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per l’evoluzione della musica elettronica degli ultimi trent’anni. Sabato 1 luglio, sempre alle ore 18:00, sarà la volta di Atom™: un modo per conoscere in modo più approfondito il genio indiscusso di Uwe Schmidt, che sarà presente al Festival con due performance musicali. Entrambe ad ingresso gratuito, si svolgeranno nella Sala Video dell’Auditorium S. Domenico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  (154)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini