Assisi crocevia dei cammini d’Italia. “L’evento – ha ricordato il vicepresidente Paparelli -, nato inizialmente dall’intuizione delle Regioni Umbria e Lazio, ha ben presto visto l’adesione delle Regioni Toscana e Marche, e si è poi ulteriormente implementato

1PERUGIA – Torna per il secondo anno “Italian Wonder Ways”, dal 18 al 20 settembre 2017. La città di Assisi e la Regione Umbria hanno infatti particolare interesse a incrementare il turismo legato ai Cammini e alle mete religiose; questo grazie alla collaborazione e organizzazione del Consorzio Francesco’s Ways, che ormai da anni è leader in Regione di questo segmento turistico.

L’iniziativa, che ha preso avvio nel 2016, nell’ambito dell’Anno nazionale dei Cammini, proclamato dal Ministero per i beni e le attività culturali e turismo, è stata presentata questa mattina, giovedì 29 giugno, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nel Salone d’Onore di Palazzo Donini a Perugia ed alla quale hanno partecipato il vicepresidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli, il direttore dell’Ufficio per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della CEI, mons. Mario Lusek, il sindaco di Assisi, Stefania Proietti, il presidente di Francesco’s Ways, mons. Paolo Giulietti e la direttrice di Francesco’s Ways, Raffaella Rossi.

“Il progetto IWW – hanno spiegato gli organizzatori – in questa edizione acquisisce tra l’altro particolare interesse in relazione alla prevista iniziativa della Conferenza Episcopale Italiana, partner dell’evento, che, in occasione del Sinodo sui giovani, porterà nell’agosto del 2018 alcune decine di migliaia di giovani a percorrere i cammini d’Italia”.

La manifestazione si articolerà in due distinti momenti.      Alcuni gruppi di tour operator selezionati dall’organizzazione (8-10 per gruppo) percorreranno alcuni tratti dei principali cammini dell’Italia centrale che intersecano Assisi, dal 18 al 20 settembre. I percorsi interessati saranno: Via di Francesco nord, Via di Francesco in Romagna Via di Francesco sud, Via Lauretana senese, Via Amerina, Cammino di Benedetto e Via Romea Germanica.

Seguirà poi Cammini in Fiera, Wonder Ways in Assisi, dal 21 al 24 settembre, che renderà per quattro giorni Assisi la “Capitale dei Cammini”: quelli religiosi rivolti ai pellegrini, ma anche quelli di carattere ambientale da percorrere a piedi, in mountain bike o a cavallo. Il format dell’evento prevede una prima parte dedicata al BtoB ed un altra al BtoC. Assisi ed il suo territorio avranno così modo di valorizzare le proprie risorse paesaggistiche confrontandosi anche con altre esperienze di livello nazionale ed internazionale. A lato della fiera, si svolgeranno ad Assisi una serie di manifestazioni rivolte al pubblico (laboratori di ceramica, composizione di fiori secchi, scuole di cucina…) organizzate in collaborazione con Associazioni locali già impegnate sul versate dell’ambiente e della difesa e valorizzazione del paesaggio.

“L’evento – ha ricordato il vicepresidente Paparelli -, nato inizialmente dall’intuizione delle Regioni Umbria e Lazio, ha ben presto visto l’adesione delle Regioni Toscana e Marche, e si è poi ulteriormente implementato con la presenza della Regione Abruzzo e con l’attivazione del progetto d’eccellenza In IT.inere, basato appunto sul turismo lento, sostenibile ed esperienziale, in cui i Cammini svolgono un ruolo chiave”.

  (154)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini