3-8 luglio: proiezioni anche al centro storico. L'evento è organizzato per iniziativa del Comune di Narni con la collaborazione della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e la Editori Laterza

1NARNI – Ci sarà anche una sezione dedicata al rapporto tra cinema e storia alla 23esima edizione de Le Vie del Cinema in programma dal 3 all’8 luglio. Oltre alla tradizionale location del Parco dei Pini di Narni Scalo, la novità di quest’anno sarà il coinvolgimento anche del centro storico dove verrà proposta la sezione storia. All’auditorium Bortolotti del complesso di San Domenico infatti, ci saranno sei “lezioni di storia”, in cui il cinema farà da co-protagonista, grazie alla collaborazione stretta con Editori Laterza. Il filo rosso sarà il libro “1917. L’anno della rivoluzione” di Angelo D’Orsi, edito dalla stessa Laterza.

In occasione dei cento anni passati dal 1917, anno decisivo per la storia d’Italia e del mondo, dal volume sono stati estrapolati sei momenti storici, sei temi fondamentali, a ciascuno dei quali sarà dedicata una lezione. I temi saranno sviluppati dallo stesso D’Orsi, da Alberto Crespi – che proporrà, all’interno delle lezioni, brevi visioni di spezzoni di film inerenti all’argomento – e da sei storici di prestigio (Gianni Cipriani, Maria Ferretti, Daniele Fiorentino, Nicola Labanca, Marco Mondini, Andrea Nicolotti) che, giorno dopo giorno, affiancheranno i due curatori.

Come di consueto Le Vie del Cinema è diretto da Giuliano Montaldo e Alberto Crespi e organizzato per iniziativa del Comune di Narni con la collaborazione della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e la Editori Laterza. (137)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini