La manifestazione, che tornerà dal 3 al 6 agosto con musica, fotografia, proiezioni, incontri, degustazioni, percorsi e una mostra mercato, sarà anche al centro di una presentazione, sabato 1 luglio

1GUBBIO – Prosegue a passi spediti il percorso di avvicinamento al Gubbio DOC Fest 2017, IV edizione della manifestazione che unisce le diverse declinazioni dell’arte e della partecipazione – musica, fotografia, proiezioni, incontri, degustazioni, percorsi e una mostra mercato – per raccontare vita, sapori e colori dell’Appennino umbro-marchigiano. Sabato 1 e domenica 2 luglio, in attesa del taglio del nastro ufficiale della kermesse (che si terrà dal 6 all’8 agosto), ecco allora due importanti iniziative per un vero e proprio “Fuori festival”.

2Si comincia sabato, alle 19, nella sala convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, presso la Casa di Sant’Ubaldo, in via Baldassini, con un incontro di presentazione del Gubbio DOC Fest 2017. All’appuntamento interverranno Filippo Mario Stirati, sindaco di Gubbio, Nello Fiorucci, assessore municipale al Turismo, Luca Belardi, presidente dell’Associazione Insieme, Bruno Ronchi, professore dell’Università della Tuscia, Fabio Mariani, presidente dell’Università dei Muratori e Patrizia Ceccarelli, presidente del Club alpino italiano – sezione di Gubbio.

E proprio dalla collaborazione tra il DOC e la sezione eugubina del Cai nasce l’iniziativa di domenica 2 luglio, la passeggiata alla scoperta della Serra di Burano, uno degli itinerari più belli dell’Appennino centrale, con partenza alle 7.30 dal parcheggio della Coop e rientro per le 16. Sarà una domenica nella natura, lungo un sentiero che si sviluppa su una larga cresta tra prati, faggete secolari e boschi di cerro, con spettacolari panorami sul versante adriatico-marchigiano e su quello umbro. Il vasto territorio della Serra di Burano permette di ammirare anche varie specie di orchidee, felci e parti di brughiera a calluna, e a livello faunistico sono presenti la volpe, la poiana, il gheppio, i picchi ed anche lepri e scoiattoli.

Accanto alla musica – ricordiamo, in piazza Grande, il concerto di Enrico Ruggeri e i Decibel (3 agosto), l’evento omaggio a Ivan Graziani Fuochi sulla collina di e con Andrea Scanzi e Filippo Graziani (4 agosto), il live degli Afterhours con in apertura i Fast Animals and Slow Kids (5 agosto) – il festival svilupperà infatti quest’anno una sezione D.O.C./Natura/Cultura dedicata a vita, sapori e colori dell’appennino umbro-marchigiano e del territorio eugubino, che ne costituisce una parte essenziale. Uno spazio particolare del Gubbio DOC Fest verrà così dedicato proprio alla proposta di candidatura di una parte del paesaggio rurale eugubino a far parte del Registro Nazionale del Paesaggio Rurale Storico. (130)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini