Parola d’ordine di Angelini “controesodo”, riportare residenti nei comuni montani attraverso politiche mirare all’ampliamento dei servizi

1MONTELEONE DI SPOLETO Hanno partecipato alla XVII Conferenza nazionale dei piccoli Comuni, Marisa Angelini e Federica Agabiti rispettivamente sindaco e consigliere del comune di Monteleone di Spoleto. Il tema di quest’anno è stato “Agenda controesodo, nuovi assetti e politiche per il sistema locale” proprio per sottolineare che servono politiche mirare all’ampliamento dei servizi per evitare il facile esodo dalle zone montane della popolazione residente.

“L’evento di quest’anno – ha detto Angelini – è stato dedicato ad una grande necessità attuale nel nostro Paese, e dei piccoli Comuni in particolare, che è quella di adottare politiche di promozione e di rilancio dello sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale delle aree più periferiche, in gran parte amministrate da Comuni piccoli in termini demografici ma con territori che rappresentano la gran parte della penisola.

È urgente definire chiare politiche nazionali in favore dei territori e dei cittadini residenti in queste aree sia riguardo ai servizi sia allo sviluppo ed al mantenimento delle attività produttive che testimoniano le irrinunciabili identità e tipicità italiane, con evidenti quanto benefici effetti per l’occupazione. Urge quindi invertire la tendenza allo spopolamento, cominciando dai territori colpiti dal sisma proprio per questo si è ritenuto opportuno svolgere la Conferenza nazionale nel territorio marchigiano. Per ottenere quanto detto è necessaria una decisa concertazione tra tutti i soggetti istituzionali coinvolti.

L’Anci intende farsi promotrice di un “Progetto Controesodo”, per affrontare il problema del “disagio insediativo”, ponendo l’esigenza – improcrastinabile – di politiche di sviluppo mirate a beneficio dell’intero Paese e della ripresa dell’economia. Tutto ciò ha bisogno, innanzitutto, di più semplificazione e meno burocrazia”. (82)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini