1SPOLETO – Successo per l’iniziativa della “Bat Night Spoleto 2017” a Monteluco che quest’anno si è svolta lo scorso weekend in occasione della chiusura del Corso le Sentinelle dei Boschi Spoletini. La Bat Night è un evento annuale che si tiene in tutta Europa e che a Spoleto è stato organizzato per la prima volta nel 2011. Tante le persone che insieme agli esperti ricercatori dello Studio Naturalistico Hyla e dal personale dell’Ufficio Ambiente del Comune hanno partecipato a questa iniziativa per conoscere più da vicino gli unici mammiferi capaci di volare.

Nel corso del primo pomeriggio, dopo la visita guidata alla mostra sui Chirotteri di Monteluco, si è svolto l’esame delle bat box installate nel bosco sacro: in tutte ed otto sono stati rilevati segni di utilizzazione da parte dei Chirotteri. Nel corso dell’incontro sono state illustrate anche le tecniche di monitoraggio e riconoscimento delle varie specie di pipistrelli e la loro applicazione nel territorio spoletino.

Durante la serata si è volta la passeggiata in notturna per applicare le tecniche di monitoraggio e riconoscimento illustrate nel pomeriggio: ascolto degli ultrasuoni emessi dai pipistrelli con il “bat-detector”, cattura e rilascio di pipistrelli con mist-net, identificazione delle singole specie contattate, descrizione della loro biologia e delle loro abitudini

Nel corso della serata è stata posizionata la mist-net presso la vasca del convento dei Frati di Monteluco che hanno collaborato all’iniziativa. Sono stati osservati e determinati 5 chirotteri appartenenti alle seguenti 4 specie: Pipistrello nano (Pipistrullus pistrellus) ,  pipistrello albolimbato (Pipistrellus kuhlii), pipistrello di Savi (Hipsugo savii ) e la più rara Nottola di Leysler (Nictalus leisleri).

“Ennesima conferma – ha detto l’Assessore Campagnani – dell’importanza del Monteluco come luogo fondamentale per la sopravvivenza di numerose  specie di interesse conservazionistico. Abbiamo il dovere di proseguire nella tutela e nella salvaguardia dell’ecosistema della montagna spoletina sia nel suo complesso sia nei 2 siti Natura 2000. Confidiamo che la crescita di consapevolezza e conoscenza da parte dei cittadini, anche grazie a iniziative quali la bat-night, contribuiscano al raggiungimento di questo importante obiettivo. Grande impulso quest’anno, in merito a tali temi, è stato dato dal corso delle sentinelle dei boschi che ha formato volontari per il monitoraggio delle specie faunistiche di interesse naturalistico-conservazionistico. Un’occasione preziosa per sensibilizzare e potenziare la tutela dell’inestimabile patrimonio del territorio spoletino”.

  (88)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini