1PERUGIA – “Quella di questi primi venticinque anni è stata una storia importante e positiva, fatta di atti concreti, di cui hanno beneficiato le nostre comunità locali. Per questo oggi sento di dovervi dire grazie”. E’ quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, nel corso del suo saluto al convegno in corso a Perugia, organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, in occasione dei 25 anni di attività.

2Nel definire “molto importante” l’esperienza umbra delle Fondazioni bancarie, a partire dalla Fondazione Carip, “soprattutto per il positivo rapporto che hanno saputo stabilire con le comunità locali di riferimento e con tutto il sistema istituzionale”, la presidente Marini ha voluto sottolineare il grande ruolo che la Fondazione Carip “a vantaggio dello sviluppo della ricerca scientifica e dell’innovazione, in uno stretto e positivo rapporto con il sistema universitario”.

3“Altrettanto positivo ed importante – ha aggiunto la presidente – è stato il supporto che la Fondazione ha fornito al nostro sistema sanitario pubblico, grazie soprattutto ai significativi investimenti per dotazioni di strumentazioni tecnologiche. Un rapporto che si è sviluppato – e questo è stato particolarmente significativo – in un’ottica di condivisione della programmazione regionale. Ciò ha contribuito, non poco, ad elevare ancor più i livelli qualitativi del servizio sanitario umbro”.

“Rilevante” anche l’opera svolta dalla Fondazione “nella dimensione culturale che – ha affermato Marini – per l’Umbria non rappresenta solo un aspetto della sua vita civile e culturale, ma anche un fattore rilevante per l’economia, come dimostra ad esempio Umbria Jazz che prende il via proprio oggi e che vede proprio la Fondazione tra i suoi più importanti soggetti che la sostengono. Così come è significativo anche ciò che avete realizzato nell’ambito sociale, con particolare riferimento alla lotta alle povertà, in collaborazione con il mondo del volontariato, dell’associazionismo e religioso”.

La presidente Marini, anche in considerazione dell’attività che dovrà caratterizzare il futuro delle fondazioni bancarie, ha poi rimarcato un fattore che ha definito di grande rilevanza: “il protagonismo – ha affermato – che queste istituzioni hanno svolto, e devono magari intensificare per il futuro, nel sostenere il tessuto delle imprese nei processi di crescita del sistema economico”.

Infine la presidente Marini ha ringraziato le Fondazioni umbre delle Casse di Risparmio e l’ACRI (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio) “per la grande vicinanza e solidarietà verso le popolazioni colpite dagli eventi sismici. Una solidarietà che si è concretizzata nella nostra regione – ha concluso Marini – in importanti donazioni per la realizzazione della nuova scuola di Norcia”. (160)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini