bPERUGIA – Il Festival della musica richiama tanta gente. In corso Vannucci e la sera bisogna sgomitare per fare una vasca. Ristoranti, bar, pizzerie e gelaterie piene. E’ il regno della notte e vede,da  44 anni, la città  che celebra l’amore per il jazz, le grandi voci che ne hanno scritto la storia, gli interpreti più importanti senza tralasciare i nuovi e talentuosi nomi che si affacciano sull’universo della musica. Gli alberghi, però, sono quasi vuoti. Per l’edizione più internazionale, quella che vede quest’anno artisti provenienti da 21 paesi diversi e con tante sorprese, gli albergatori si aspettavano molto di più. Invece è un mordi e fuggi.

cEppure, il sogno del patron Carlo Pagnotta e degli organizzatori, iniziato nell’estate del lontano 1973, era ed è quello di portare sulla necropoli un’ascesa inarrestabile di giovani e meno giovani. Ci sono riusciti, perchè le serate di puro Jazz assomigliano ad una leggenda. Ci sono artisti provenienti da Usa, Brasile, Cuba, Giappone, Colombia, Benin, Germania, Inghilterra, Poloni, Canada, Cile, Israele, Francia, Scozia, Austria,  Honduras, Corea, Cina, Turchia e Repubblica Ceca. Tanti gli eventi gratuiti e quelli enograstronomici. Ci sono anche due formazioni tutte al femminile: Ladies! e Shake ‘Em Up.

sicurezzaQuest’anno, per motivi di sicurezza, la festa è blindata. Sia i concertri gratuiti sia quelli a numero chiuso, vedono gabbie intorno ai palchi, controlli con i metal detector e blocchi di cemento per evitare il pericolo di macchine contro la folla. C’è il divieto di alcolici  di bevande in bottiglie di vetro. Pugno di ferro anche contri bar e locali del centro che approfittano dell’evento per cercare di guadagnare qualche centesimo in più all’esterno.

aIl comune, tramite i vigili urbani, controlla tavolini e sedie fuori del perimetro consentito rispetto alle autorizzazioni concesse. Multe da 450 Euro per chi sfora. Umbria Jazz si rafforza anche sul fronte dei social: più di due milioni di utenti su Facebook e già oltre 300 mila interazioni tra like e condivisioni.

Ieri sera, nell’arena del Santa Giuliana LETTUCE, a seguire JAMIE CULLUM e al Teatro Morlacchi PAOLO FRESU – URI CAINE. Questa sera, al santa Giuliana TENCO, nel cinquantesimo anniversario della morte. Umbria Jazz dedica al cantautore una delle serate più importamnti della kermesse. Tanti gli ospiti sul palco: GIULIANO SANGIORGI, GAETANO CURRERI, GINO PAOLI,PAOLO FRESU, DANILO REA e MAURO OTTOLINI BAND + ORCHESTRA DA CAMERA DI PERUGIA con VANESSA TAGLIABUE YORKE, KENTO & DJ FAUST, BOCEPHUS KING

(156)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini