1FOLIGNO – Punta al bottino, ma si ritrova con un pugno di libri. E’ accaduto nei giorni scorsi e tutto s’è risolto con la denuncia in stato di libertà per furto. I fatti. Un viaggiatore, in attesa del treno utile a lasciare Foligno, s’era momentaneamente addormentato. Così, giocando sul fattore sonno, un altro viaggiatore ha approfittato del momento di relax estremo della vittima e gli ha rubato la borsa. L’autore del furto immaginava forse di trovare un bottino ingente, ma nella sacca c’erano soltanto libri, di sicuro valore culturale e affettivo, ma dall’esiguo valore economico anche a causa dell’usura delle edizioni.

E’ scattata quindi l’attività investigativa da parte degli agenti della Polizia Ferroviaria della Sezione di Foligno che in breve sono riusciti ad individuare e fermare il presunto autore del furto. Nella rete degli investigatori è finito un 40enne italiano, viaggiatore di passaggio nello scalo ferroviario di Foligno, già noto alle Forze dell’Ordine e residente a Torino. Il furto è stato compiuto in attesa della coincidenza del treno su cui sarebbe dovuta salire la vittima del furto.

Dalla “coincidenza” ai fatti concreti il passo è stato brevissimo e il 40enne, messo davanti all’evidenza dei fatti, ha ammesso le sue colpe e così è stato denunciato. La vittima nel frattempo risvegliatasi, ha segnalato l’avvenuto furto alla Polizia ferroviaria i cui agenti avevano nel frattempo già risolto il caso restituendo la “refurtiva culturale” al suo legittimo proprietario. (92)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini