Francesco Gabbani, Giancarlo Sepe, uno spettacolo con gli ex minatori di Morgnano, la musica del TLS, il teatro, la danza, letture collettive, sport, degustazioni

1SPOLETO – “Le Quattro Stagioni – Spoleto d’Estate” è un nuovo contenitore di spettacoli e proposte culturali del Comune di Spoleto che coinvolgono tutte le arti: dalla musica alla danza, dal cinema al teatro, dalle attività sportive e culturali ai percorsi nel verde, dalle degustazioni alle letture collettive.

Musica protagonista con tanti appuntamenti: Francesco Gabbani in Piazza Duomo (31 agosto) con il Magellano Tour 2017, l’Eine Kleine Domplatz Musik per la 71a Stagione Lirica Sperimentale del TLS (11 e 12 agosto al Teatrino delle Sei, ex Museo Civico e Teatro Caio Melisso), gli Incontri musicali a cura dello Spoleto Study Abroad alla Basilica di Sant’Eufemia (dal 28 luglio al 15 agosto), il concerto a Casa Menotti a cura dell’Umbria Music Fest (2 settembre), Suonar(t)e ovvero i concerti al Museo (Palazzo Collicola e Casa Romana) a cura dell’Associazione Culturale Spoleto Musica (dal 5 al 13 agosto). L’associazione Rendez-Vouz, dal 20 luglio al 4 agosto, presenta in vari luoghi del territorio la minirassegna La Danza in Situ – In Movimento con la terra, una serie di proposte coreutiche a sostegno dei territori colpiti del terremoto

Il teatro e la drammaturgia hanno uno spazio importante con Giancarlo Sepe e il suo “Abecedario americano” (dal 25 al 27 agosto all’Auditorium della Stella), una prima assoluta a Spoleto. Si prosegue con lo spettacolo “487”, messo in scena da Thomas Otto Zinzi al Pozzo Orlando di Morgnano (il 2 settembre), con i workshop e gli spettacoli a luglio ed agosto al Cantiere Oberdan della Mama Umbria International sotto il titolo “Ri-Generazioni”, il 24 agosto con la performance A Great Night in Spoleto di Stefano Alleva.

Estensione estiva dell’attività della Biblioteca Comunale anche per Spoleto d’Estate tanti gli appuntamenti con le letture collettive: Ridi! È il maggio d’estate alla Terrazza Frau dedicata ai classici dell’umorismo (1, 22, 29 agosto), Al Teatro Romano. Classicamente presenta letture tratte dai classici della latinità (6, 20 agosto, 3 settembre), Note Lettere è un programma di letture e bel canto in collaborazione con il TLS (Terrazza Frau, Monteluco, centro Civico di San Nicolò il 3, 18 e 19 agosto).

Un programma ricchissimo quello di Spoleto d’Estate che comprende anche l’edizione 2017 dello Spoleto Family Film Festival (4,5,6 agosto), i tanti appuntamenti con il Ferragosto Spoletino della Pro Loco (dal 9 al 15 agosto), lo sport e la corsa con la Spoleto Vertical e Urban Race (26-27 agosto), i vari eventi legati alla Spoleto Norcia in MTB (28 agosto-3 settembre), l’Estate della Terra ovvero le escursioni naturalistiche a cura del laboratorio di Scienze della Terra (27 luglio, 27 agosto e 3 settembre), con Spoleto A Spasso Nel Tempo (fino al 23 luglio), la cena Sotto le Stelle in Corso Garibaldi a cura dell’Associazione il Borgo il 3 agosto e poi tanto cinema alla Sala Pegasus e al Parco del Mondo (Chico Mendes), le numerose mostre a Palazzo Collicola, Palazzo Comunale, Casa Romana, Palazzo Bufalini, Rocca Albornoziana, San Giovanni e Paolo, Museo Archeologico e i laboratori creativi per famiglie a cura di Sistema Museo Artestate 2017 alla Rocca Albornoziana dal 23 luglio al 27 agosto) e il Collicola Summer Lab (13 agosto – 10 settembre)

“Nasce con il titolo “Spoleto d’Estate 2017” – spiegano Fabrizio Cardarelli, sindaco di Spoleto e Camilla Laureti, assessore alla Cultura e al Turismo – un nuovo contenitore di spettacoli e proposte culturali che coinvolgono tutte le arti: dalla musica alla danza, dal cinema al teatro per finire con percorsi nel verde, degustazioni e molto altro. Numerosissimi i nomi e le associazioni coinvolte riunite in un cartellone che si muove tra tutti i generi e vogliamo si traduca in una grande festa: sotto il segno della cultura. Sì perché, come ci hanno appena ricordato i giorni di quest’ultimo bellissimo Festival, è la cultura l’elemento irrinunciabile della nostra città, quello che potremmo chiamare il suo ‘fattore identitario’. Ed è proprio per dare pienezza a questa nostra vocazione che abbiamo pensato ad un progetto di cui “Spoleto d’Estate 2017” è solo il primo tassello. Lo abbiamo chiamato “Le 4 Stagioni” e si propone di costruire un filo rosso che, durante  tutto il corso dell’anno, riunisca tra loro una serie organica e coerente di appuntamenti, incontri, spettacoli. Un modo per creare –  nel centro storico e in tutto il resto del territorio – un’atmosfera dinamica e stimolante: che coinvolga – durante “le 4 Stagioni” – ogni angolo e luogo della nostra città.” (133)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini