Tutti i risultati delle dodici gare andate in scena domenica 30 luglio. Patumi (2° nel Trofeo Super Cup) e Alcidi (3° nel Mini Challenge) i migliori umbri in gara

1MAGIONE – Una domenica a tutto gas si è conclusa con successo all’Autodromo dell’Umbria, tappa questo fine settimana dell’Aci Racing Weekend. Si è visto nel paddock il pubblico delle grandi occasioni, nonostante la giornata particolarmente afosa.
Nel Campionato Italiano Sport Prototipi la vittoria in gara 1 è andata a Ivan Bellarosa (Wolf Tornado) che aveva già siglato al sabato la pole position per le due corse in programma. Secondo il giovane siciliano Simone Patrinicola (su Radical Sr4) e terzo sul podio l’esperto Ranieri Radaccio (Norma M20F). La seconda gara della serie ha visto il podio fotocopia di gara 1, con le posizioni ben consolidate fin dai primi giri.

Spettacolari le gare del Trofeo Super Cup: nella prima divisione (vetture oltre 2.0 cc) colpo di scena negli ultimi minuti della corsa, con il leader Mosca (Renault Megane Trophy) in testacoda per un contatto; la BMW M3 di Alberto Fumagalli ha fatto sua così la vittoria, seguito dall’abile perugino Walter Patumi, sulla Porsche 997 GT3 gestita dal team Bell Speed. Terzo il sanmarinese Valli. Ottavo lo spoletino Mauro Cesari, undicesimo Giulio Valentini, quattordicesimo posto per il perugino Patrick Bellezza e diciassettesimo l’eugubino Riccardo Rogari su Mitjet.

Nella seconda divisione, con auto meno potenti ma non meno performanti, Fabrizio Tablò (Renault Clio CupRS), detentore della pole position, ha mantenuto la leadership fino alla bandiera a scacchi, in una gara molto movimentata.
Gara 2 ha visto per la prima divisione la rivincita di Andrea Mosca, stavolta primo al traguardo, seguito da Fumagalli e Valli. Per gli umbri in gara sesto posto di Mauro Cesari, dodicesimo Riccardo Rogari e tredicesimo Patrick Bellezza. In seconda divisione si è confermato nuovamente il romano Tablò, ma solo dopo aver effettuato una grintosa serie di sorpassi ai danni di Leopardi e Beltrami, tutti su Clio Rs Cup.

Nel Mini Challenge vittoria a sorpresa per Simone Iaquinta, con il leader Gentili incappato in un errore proprio all’ultimo giro; secondo sul podio il bolognese Luca Rangoni e terzo il migliore degli umbri, il tuderte Alessio Alcidi. La seconda gara delle Mini modello “John Cooper Works” ha visto vari momenti concitati, tanto da richiedere l’intervento in pista della safety car per permettere il recupero di alcune vetture rimaste k.o., tra cui quella del leader provvisorio di campionato, Gentili. La corsa è stata dominata da Simone Iaquinta, seguito da Zanin e Mercurio.

Solo decimo stavolta Alcidi. Dodicesimo il perugino Luca Rossetti.
Nel Trofeo Abarth Selenia pochi colpi di scena in gara 1 con il poleman Cosimo Barberini in testa dal primo all’ultimo giro, seguito sul podio dallo svedese Darbon e dal finnico Pajarunta. La seconda corsa del pomeriggio ha visto proprio il finlandese aggiudicarsi la vittoria, dopo una gara davvero ricca di suspence.
La F.2 Italian Trophy, unica categoria che ha visto al via le monoposto, ha offerto la vittoria di Alessandro Bracalente su Dallara F312 in gara 1, seguito dal diciottenne romano Andrea Cola su vettura identica e da Riccardo Ponzio. Movimentata anche la seconda corsa della serie, che stavolta ha segnato il trionfo di Bernardo Pellegrini (Dallara F308) seguito ancora da Ponzio e da Cola.

Tutti i risultati delle gare della giornata sono disponibili online: http://magione.perugiatiming.com/risultati/
Archiviato il ricco ACI Racing Weekend, il mese di agosto vedrà all’Autodromo dell’Umbria diverse giornate di prove libere per auto e moto. A settembre torneranno le competizioni a quattro e a due ruote ma in pista si vedranno anche le bici e per la prima volta in assoluto una gara podistica: si tratta della manifestazione di beneficenza per la lotta contro il cancro Corro con Giulia, che farà il suo ritorno a Magione.
Foto by Paolo Ambrosi (ambrosip@alice.it) copyright free. (39)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini