Fino sabato 5 agosto l’appuntamento è con il Re della tavola: il pregiato fungo e le eccellenze del territorio. Tante le iniziative collaterali nel programma proposto dalla Pro loco per la sagra del tartufo

1CAMPELLO SUL CLITUNNO  – Tartufo ma non solo, sulla tavola, a Spina di Campello. La piccola frazione umbra ha spalancato le proprie porte agli amanti del buon cibo, con un menù che vede protagonista indiscusso il pregiato fungo, accompagnato da tante altre prelibatezze. Per il 34esimo anno, infatti, è tornato ad alzarsi il sipario sulla Sagra del tartufo e dei prodotti tipici di Spina di Campello che proseguirà fino a sabato 5 agosto.

2“Il nostro territorio è ricco di tartufi – spiega il presidente della Proloco Santino Fortunati – e con questa manifestazione vogliamo dare il nostro contributo nella valorizzazione di questa eccellenza. La stessa cosa vale anche per altri prodotti del territorio, come i formaggi, le patate e la lenticchia”. Una promozione del territorio a 360 gradi, quella messa in piedi dalla Pro loco di Spina di Campello. “Oltre a poter godere di una buona cucina – prosegue il presidente Fortunati – i visitatori avranno anche modo di conoscere il nostro piccolo borgo, molto bello e caratteristico, e di partecipare alle tante iniziative che abbiamo organizzato.

Dopo i primi eventi segnati dalla musica di Erika Clerini, dalla bellezza delle moto e auto d’epoca del ‘V Motorio della montagna’ e dallo spettacolo ‘Safari Show’ del ventriloquo folignate Nicola Pesaresi, lunedì 31 luglio alle 21 l’appuntamento è con sfida canora targata Gold talent, trasmissione di Umbria tv in tour estivo, che fa tappa a Spina per la decima puntata. Martedì 1 agosto alle 21, invece, si balla e si canta con Andrea Barbanera e Morena Ciucci accompagnati dall’orchestra.

Mercoledì 2 agosto, poi, una finestra aperta sul mondo gluten free con la cucina di Graziella Ponti, protagonista di un laboratorio ‘Come mamma sa fa’, in agenda per le 19.30 (prenotazione ai numeri 334.1333326 o 329.3444204), seguita dalla musica dei The Apache bands. Spazio anche al teatro dialettale, giovedì 3 alle 21, con la commedia La Traussa e poi ancora musica venerdì 4 agosto alle 21.30 con Andrea e Pierluigi live. Infine, sabato 5, appuntamento con la cultura alle 16, nel convegno dal titolo ‘Il recupero e la riabilitazione dei paesi spopolati’ a cura di Agostino Lucidi, antropologo e dirigente del Cedrav di Cerreto di Spoleto (Centro per la documentazione e la ricerca antropologica in Valnerina).

Il dibattito verterà sulla questione terremoto e ricostruzione come valorizzazione del territorio e sulla sfida di ripopolamento di quei paesi umbri in fase di abbandono. Alle 21.30 ancora una sfida canora con il talent show ‘Il Cantagiro 2017 – Credi di essere un talento? Dimostralo!’, presentato dal patron Enzo De Carlo. Tornando all’enogastronomia, la taverna sarà aperta tutte le sere a partire dalle 19.30 con un menù tutto all’insegna dello scorzone: dalle bruschette agli gnocchi, passando per la polenta, gli strangozzi, l’agnello, le salsicce, lo scottadito, il pollo e infine, novità di quest’anno,  tiramisù al tartufo. Per chi vorrà, infine, dalle 21.30 degustazioni di pizze e piadine. (112)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini