Giovedì 3 agosto, alle 21.30, l'attesa tappa umbra dell'acclamato tour della reunion dei pionieri del punk italiano, a 40 anni dai loro esordi. In giornata, alle 17.30, per il programma DOC Natura tavola rotonda sull'Appennino e il suo futuro

1GUBBIO – Prende il via con l’atteso concerto di Enrico Ruggeri e i Decibel, giovedì 3 agosto alle 21.30 in piazza Grande, il Gubbio DOC Fest 2017, rassegna in cui le diverse declinazioni dell’arte si incontrano in un programma originale di promozione delle eccellenze del territorio. Anche in questa IV edizione il DOC Fest proporrà così concerti serali e una serie di appuntamenti ed eventi dedicati ai saperi e sapori dell’Umbria, negli spazi più affascinanti del centro storico eugubino.

Si comincia in musica con la tappa umbra di Ruggeri con i suoi Decibel (Silvio Capeccia e Fulvio Muzio), per l’acclamato tour della reunion a 40 anni dai loro esordi. I pionieri del punk italiano proporranno i brani dal nuovo album – Noblesse Oblige – e un viaggio tra i pezzi più noti di una carriera fulminante che ha segnato la musica italiana degli ultimi decenni. In giornata, per la sezione DOC/Natura/Cultura, si terrà il primo dei due appuntamenti convegnistici del DOC Fest: alle 17.30, condotta dal vice direttore del Tg5 Giuseppe De Filippi, tavola rotonda “Appennino Vivo”, con la partecipazione di Tommaso Bastiani, Associazione Insieme, Filippo Mario Stirati, Sindaco di Gubbio, Alberto Giombetti, direzione nazionale Cia, Giovanni Filippini, direzione Istituto Zooprofilattico Umbria Marche, Bruno Ronchi, Università della Tuscia, Oliviero Olivieri, presidente Parco dei Monti Sibillini e Marina Sereni, vicepresidente della Camera dei Deputati.

La musica del Gubbio DOC Fest proseguirà poi in piazza Grande venerdì 4 agosto, con lo spettacolo di Andrea Scanzi e Filippo Graziani “Fuochi sulla collina”, dedicato a Ivan Graziani, e con l’atteso arrivo in Umbria sabato 5 agosto degli Afterhours, per il tour del trentennale, in una serata che vedrà sul palco eugubino anche i FASK, nuovi alfieri del rock italiano.

Per il programma DOC Natura, nei giorni del Fest saranno visitabili le mostre fotografiche sul Parco dei Monti Sibillini (nella Sala dell’Arengo del Palazzo dei Consoli) e sul paesaggio della Serra di Burano (nella Taverna dei Capitani), e proseguiranno gli incontri, la mostra-mercato e le attività dedicate a vita, sapori e colori dell’appennino umbro-marchigiano e del territorio eugubino, che ne costituisce una parte essenziale, pensate con l’obbiettivo di arrivare a proporre la candidatura del paesaggio rurale della Serra di Burano a far parte del Registro Nazionale del Paesaggio Rurale Storico. (161)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini