Assessore Franco Baldelli, abbiamo voluto stemperare ansie legittime dei genitori dando certezze

1CORCIANO – “Abbiamo voluto rispondere con concretezza alle ansie legittime delle famiglie che, ne sono convinto, scelgono il Comune di Corciano anche per il livello dei servizi offerti, soprattutto in ambito scolastico e parascolastico”. L’assessore Franco Baldelli commenta così l’aggiornamento del “Regolamento Comunale dei Servizi di prolungamento di orario e di tempo integrato per gli alunni delle scuole per l’infanzia, primaria e secondaria di primo grado”, recentemente votato dal Consiglio.

“In sostanza – spiega Baldelli – il Prolungamento di Orario riguarda la Scuola di Infanzia e si sostanzia nell’intrattenere i bambini con giochi ed attività creative oltre l’orario per rispondere alle esigenze delle famiglie. Il Tempo Integrato – aggiunge – attua un servizio che ha lo scopo di sostenere i ragazzi delle elementari e medie nel percorso di crescita, favorendone l’aggregazione e proponendo momenti di studio e approfondimento dei compiti e momenti di svago, sempre nell’ottica di dare risposte concrete ai genitori, sicuri di non ‘parcheggiare’ i figli a scuola, ma di affidarli ad operatori competenti”.

Una modalità molto apprezzata dall’utenza, tanto è che negli anni i posti disponibili sono andati progressivamente aumentando, benché la necessità di rinnovare annualmente la domanda di ammissione lasciasse sempre un margine di incertezza e, appunto, di ansia. “Partiamo sempre dal presupposto – dice ancora Baldelli – che noi crediamo moltissimo nella validità dei nostri servizi, che fanno la differenza rispetto ad altri territori, e questo anche in controtendenza. La mensa ad esempio, al pari di altre attività creative e laboratoriali, non è censita dalla Corte dei Conti in quanto ritenuta non essenziale, ma per noi non è affatto così ed allora occorre organizzare tutto al meglio.

Fino ad oggi – ricorda ancora – il Regolamento del Tempo Integrato  non contemplava un titolo preferenziale, per chi avesse fruito del servizio il primo anno, di accesso all’anno successivo e, nonostante l’attenzione dell’amministrazione nel favorire le richieste in crescita, ampliando il numero dei posti, sempre tenendo conto delle disponibilità di bilancio, si generavano ansie legittime, in quanto non c’era la sicurezza che i figli potessero ogni anno accedere al servizio. Quindi, abbiamo aggiornato il Vecchio Regolamento introducendo una sorta di pre-iscrizione. Entro il 31 marzo di ogni anno, in costanza di anno scolastico – ribadisce l’assessore – si può manifestare l’interesse a fruire del servizio anche l’anno successivo.

Finora aumentando il numero dei posti siamo sempre riusciti a favorire la domanda, ma si volevano dare certezze”. D’altra parte, il Comune di Corciano è cresciuto demograficamente in modo esponenziale in quanto – e l’assessore lo sostiene da sempre – nuclei giovani, che la maggior parte delle volte non hanno l’ausilio delle famiglie d’origine, possono trovare una rete di servizi qualitativamente ineccepibili, tali da supportarli al meglio. “Per parte nostra – conclude Baldelli – cercheremo ovviamente di continuare ad aumentare la disponibilità dei posti, perché è interesse ed intenzione dell’Amministrazione investire sul futuro, ma era necessario mettere mani ad un Regolamento predisposto già qualche tempo fa per renderlo più affine al tempo che cambia” (237)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini