Viaggiatori ferroviari assistiti dalla Polizia. Numerose le persone anziane e i bambini, ai quali sono state fornite delle bottiglie d’acqua

1TERNI – Sono state cinque lunghe ore infuocate quelle di ieri pomeriggio alla stazione ferroviaria di Terni, con la circolazione interrotta a causa di un incendio e con oltre 1.100 viaggiatori da assistere e dirigere verso autobus sostitutivi per far loro riprendere il viaggio. Una situazione al limite, date le altissime temperature e i grandi disagi ad essa connessi, che la Polizia di Stato ha saputo gestire con grande professionalità, mettendo in campo l’esperienza e le competenze del personale in servizio al Posto di Polizia Ferroviaria, che dopo aver dato disposizioni per l’interruzione della linea, d’intesa con i Dirigenti Movimento FS, subito dopo l’arrivo del treno da Roma delle 14.30 diretto a Spoleto, ha avviato le procedure per il trasbordo dei passeggeri.

Numerose le persone anziane e i bambini, ai quali sono state fornite delle bottiglie d’acqua, che sono state assistite ininterrottamente fino alle 19.30, senza che si verificassero problemi di ordine pubblico, né di circolazione, con il contatto costante con la Sala Operativa della Questura. (124)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini