In anteprima a Spoleto (25-26-27 agosto), raccontata nel nuovo spettacolo di Giancarlo Sepe “Abecedario Americano”

1SPOLETO – In anteprima assoluta a Spoleto, nell’ambito del cartellone di Spoleto d’Estate, debutta, all’Auditorium della stella, “Abecedario Americano” (dal 25 al 27 agosto), il nuovo spettacolo teatrale del regista Giancarlo Sepe che ha come protagonista l’America alla fine della seconda guerra mondiale, alle prese con la crescita economica e culturale del paese dopo la grande depressione degli anni ’30.

“è un onore poter ospitare in anteprima assoluta – ha detto l’assessore alla cultura del Comune di Spoleto Camilla Laureti – il nuovo spettacolo di una delle voci più originali e autorevoli del teatro italiano. Con “Abecedario Americano” Sepe dipinge un suggestivo affresco sull’America dopo la Grande Depressione e conferma Spoleto come fucina di ambiziose e prestigiose operazioni culturali. Insieme a lui e tutti gli altri artisti che hanno scelto la nostra città costruiremo un programma culturale in ogni stagione dell’anno”.

Attraverso i maggiori autori letterari, Steinbeck, Caldwell, O’Henry, O’Hara, Twain, Fitzgerald, Mansfield anche con il contributo di una sola frase o di un solo verso, e con il fondamentale apporto di musiche e canzoni di Sigmund Romberg, Lerner e Loewe, Cole Porter, Jerome Kern, per tracciare una storia verosimile della famiglia americana alle prese con eventi bellici, sconfitte e vittorie, boom economico, crescita culturale; le tragedie di un popolo con i propri giovani sempre allerta per un nuovo conflitto che li vede vittime, o peggio, reduci con tutte le difficoltà della reintegrazione in una società che va a mille all’ora e che non ha il tempo di soffermarsi sui drammi degli altri; le storie di gente comune che vive passioni e tradimenti, nascite e morti con la stessa enfasi vitale, in attesa del prossimo nuovo conflitto che allontanerà i propri mariti, figli e fratelli dalla famiglia, creando dolori, gelosie e vendette, oltre che la dissipazione del tessuto famigliare. Il sogno americano tutt’ora in auge, in realtà cozza con l’instabilità di un mondo che sta sempre sul punto di autodissolversi, dove i valori non hanno più significato. Lo spettacolo prende spunto anche da alcuni dialoghi scritti per il miglior cinema americano, e i canoni di canzoni dei musical più spettacolari, per definire meglio la cultura europea, con riferimenti alla pittura americana, già permeata di una grande teatralità.

Regia: Giancarlo Sepe. Con Sonia Bertin, Edoardo Coen, Marco Imparato, Pietro Pace, Emanuela Panatta, Federica Stefanelli, Adele Tirante e con Pino Tuffilaro. Scene e Costumi: Carlo De Marino. Musiche di Harmonia Te

 

Auditorium della Stella 25 agosto ore 21 – 26 agosto ore 18 e ore 21 – 27 agosto ore 18

  (136)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini