Per “Le quattro stagioni – Spoleto d’Estate 2017” lo spettacolo è in programma giovedì 24 agosto ore 21.30

1SPOLETO – Una web fiction e un evento live, tre attori molto popolari in città e un importante regista di teatro e serie tv. Questi gli ingredienti di “A Great Night in Spoleto”, lo spettacolo inserito nel cartellone di “Le quattro stagioni – Spoleto d’Estate 2017” in programma giovedì 24 agosto, alle ore 21.30, presso la Galleria Fiorello Ricambi in via Ugo La Malfa a Madonna di Lugo.

Dieci le puntate che, dal 14 agosto, stanno andando in onda tutti i giorni su Facebook per raccontare la costruzione vera e propria dell’evento. Tre gli attori principali, protagonisti di una narrazione che racconta il loro viaggio alla ricerca degli artisti da coinvolgere nello spettacolo: Tommaso Biondi, Fabio Pinchi e Giovanni Maria Angelini Paroli.

Ho ritenuto molto stimolante e gratificante, come imprenditrice, produrre un evento come questo – ha spiegato Alessandra Marchesini, titolare di Autopama insieme al fratello Marco – Il fine non è stato solo quello di promuovere la nuova Ford Fiesta che uscirà a settembre, anche se l’idea, in origine, nasce propri da qui, ma cercare di realizzare un evento che fosse in grado di creare aggregazione sociale attraverso un momento di espressione artistica di alto profilo.

Personalmente sono convinta – ha aggiunto la Marchesini – che oggi il ruolo dell’imprenditore debba anche essere quello di partecipare attivamente, nel limite delle proprie possibilità, alla crescita e alla valorizzazione del proprio territorio”.

 

 

La regia di “A Great Night in Spoleto” è stata affidata a Stefano Francesco Alleva, regista noto al grande pubblico per aver lavorato a serie tv e fiction di grande successo come “Un posto al sole”, “La Squadra”, “Un medico in Famiglia” e “Elisa di Rivombrosa”.

 

 

Per concepire questo evento è stato creato un format innovativo articolato in due fasi – ha spiegato Alleva – La prima ha previsto la realizzazione di una web fiction in 10 puntate che avesse la funzione di un percorso di avvicinamento all’evento live. La seconda fase consiste nell’evento dal vivo, con un taglio di innovazione sia per la scelta della location e sia per la creazione del progetto scenico e scenografico fatto con lo scenografo.

La scommessa fatta in questo desiderio di sperimentazione ha già dato risultati molto confortanti ed incoraggianti, in considerazione dell’elevato numero di visualizzazioni delle puntate che, fino ad oggi su Facebook hanno superato le 50.000. Rendo merito ad Alessandra Marchesini per aver avuto l’intuizione di combinare personaggi popolari nel territorio, a veri e propri talenti nelle varie discipline artistiche di cui questo territorio si avvale e al Comune di Spoleto per aver avuto il coraggio e la lungimiranza di inserire questo appuntamento nel proprio cartellone di eventi”. (86)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini