Erano a bordo di un furgone nel quale la polizia trova un cacciavite, una lastra, una lima ed un martello

auto-polizia1PERUGIA – I poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine li hanno fermati nel parcheggio di un esercizio commerciale di via Mentana mentre si trovavano a bordo di un furgone e di un’autovettura. Da subito hanno destato i sospetti degli agenti confermati in sede di identificazione. I tre, infatti, sono risultati cittadini georgiani (del ’90, ’82 e 85) tutti con pregiudizi per reati contro il patrimonio e, nello specifico, per furti in abitazione realizzati con chiavi alterate.

Gli agenti procedevano quindi alla verifica dei mezzi con esito positivo: all’interno del furgone, infatti, trovavano un cacciavite, una lastra, una lima ed un martello. Il furgone, peraltro, pur non risultando provento di furto, mancava del blocchetto di accensione e veniva azionato utilizzando un cacciavite. Accompagnati in Questura, dagli approfondimenti è emerso che tutti e tre gli stranieri erano gravati da misure di prevenzione e di sicurezza.

All’esito dei controlli, per il 32enne, cui è stata ricondotta la materiale disponibilità del mezzo, è scattata la denuncia a piede libero per possesso di arnesi atti allo scasso.

Per il 27enne conducente del mezzo, invece, risultato privo di patente per non aver mai proceduto a convertire il titolo emesso dalle autorità georgiane, è scattata la sanzione amministrativa ed il fermo del mezzo. Per tutti è stato emesso il foglio di via obbligatorio.

  (51)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini