1FOLIGNO – Quando anche le maschere, simbolo di gioia, spensieratezza e divertimento, diventano strumento per favorire e sviluppare relazioni economiche, turistiche e culturali tra le città e consentono soprattutto di consolidare profondi sentimenti di amicizia tra le persone. E il caso specifico del Carnevale dei Ragazzi di Sant’Eraclio che il 24 agosto si è recato a Roseto degli Abruzzi in provincia di Teramo con una delegazione composta dal presidente dell’ente Fabio Bonifazi e dagli artisti della cartapesta Stefano Emili e Roberto Mosconi in occasione di “Decrocher La Lune – la suite”.

L’evento è stato organizzato dalla cooperativa “Lo spazio delle idee” in collaborazione con le autorità locali abruzzesi. Ospite il sindaco de La Louviere Jacques Gobert. Sul lungomare di Roseto si è svolta la Parata delle marionette provenienti dalla citta belga La Louviere gemellata con il Comune di Foligno, ma manipolate dagli artisti della Compagnia teatrale francese “Les Grandes Personnes. Insieme a Ma, Rosina e Lucien Friedric in rappresentanza rispettivamente di Pineto, Roseto e della città polacca Kalisz, ha incuriosito e entusiasmato i numerosi turisti presenti anche la marionetta gigante Astolfo che raffigurava un cavaliere della Giostra della Quintana di Foligno “indossata” per un lungo tragitto della parata da Roberto Mosconi.

L’evento artistico si e ulteriormente arricchito con l’esibizione delle pattinatrici dell’ Asd Pattinaggio Roseto, dell’acrobata danzatrice Cristiana Vagnozzi e di Roseto Danza con uno estratto dello spettacolo Circus e la performance musicale de la Mo Better Band. “Tale manifestazione che ci ha visto protagonisti in terra abruzzese – ha dichiarato il presidente del Carnevale dei Ragazzi Fabio Bonifazi – ci consente di rafforzare la collaborazione artistica con La Louviere ma soprattutto di consolidare i sentimenti di fratellanza che si erano instaurati sin dal 2015 anche con le città italiane Roseto e Pineto, quando insieme partecipammo in Belgio a “Decrocher la Lune” acquisendo la tecnica di lavorazione necessaria per realizzare Astolfo”.

“Le marionette giganti fiamminghe – ricorda Bonifazi – furono a Sant’Eraclio l’attrazione principale dell’edizione 2016 del nostro Carnevale”. La stessa manifestazione ha fatto tappa anche a Pineto il 22 agosto e in quell’occasione ha partecipato in rappresentanza del Comune di Foligno l’assessore allo sviluppo economico Giovanni Patriarchi. (70)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini