questuraTERNI – Quotidiana e costante l’attività della Polizia di Stato sul territorio, servizi di pattugliamento e di monitoraggio che permettono agli operatori di intervenire immediatamente sul posto appena ricevuta la segnalazione che è stato commesso un reato. E ieri, grazie al tempestivo intervento di una pattuglia della Volante prima e di una della DIGOS poi, sono state rintracciate e denunciate due persone.

La prima, una cittadina marocchina, che ha fatto scattare l’allarme in una profumeria del centro, dopo essere passata alla cassa ed aver pagato una confezione di fazzolettini di carta; nella borsa, però, la Polizia di Stato troverà due confezioni di creme antirughe, con gli involucri danneggiati per rimuovere le placche antitaccheggio. La merce è stata restituita al negozio e la donna – 47 anni, regolarmente residente a Terni ed incensurata – è stata denunciata per furto aggravato.

Più articolata l’operazione che ha portato all’altra denuncia di ieri di un reatino di 37 anni. L’uomo, già allontanato da Terni con un provvedimento del Questore Messineo del 24 agosto, che gli vietava di far ritorno nel Comune fino al 2020, era stato segnalato alla Polizia di Stato come il probabile autore di un furto avvenuto prima vicino ad una gelateria del centro, dove era stato visto prendere il portafogli dalla borsa di una ragazza.

La vittima ha indicato ad una pattuglia della DIGOS, arrivata immediatamente, la via di fuga presa dall’uomo e poco dopo gli agenti lo hanno individuato e fermato in via adiacente a Piazza Tacito: nello zaino aveva la somma contenuta nel portafogli, trovato poi poco distante, tra la saracinesca e la vetrina di un negozio.Doppia denuncia per lui, non solo per il furto ma anche per non aver ottemperato alla misura del divieto di ritorno per tre anni a Terni.

 

 

  (85)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini