Denunciati dai Carabinieri due ucraini per ricettazione ed acquisto di cose di sospetta provenienza.

carabiNOCERA UMBRA – I Carabinieri della Stazione di Nocera Umbra hanno denunciato due ventenni ucraini, entrambi domiciliati a Gualdo Tadino, per il reato di ricettazione ed acquisto di cose di sospetta provenienza, in danno di una 14enne di Valtopina.

I fatti risalgono alle scorse settimane, quando la ragazza, trovandosi a Nocera Umbra in occasione della serata finale del Palio dei Quartieri, è stata derubata del proprio cellulare, uno smartphone Samsung “Galaxy S6”. Subito ha deciso di sporgere denuncia presso la locale Stazione Carabinieri che avviava le indagini, informando della notizia di reato la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Spoleto.

Abilmente i militari sono riusciti a tracciare gli spostamenti del telefonino e a ricostruire i diversi passaggi. Dapprima il telefono è stato utilizzato da uno dei due ucraini, il quale l’ha poi venduto, per una cifra irrisoria rispetto al reale valore, a l’altro ragazzo con lui convivente. I Carabinieri si sono recati a Gualdo Tadino, dove hanno effettuato una perquisizione a casa dei giovani, ritrovando il telefonino da ricercare. L’oggetto del furto è stato posto sotto sequestro e a breve sarà restituito alla legittima proprietaria, mentre i due giovani ucraini sono stati denunciati rispettivamente per ricettazione ed acquisto di cose di sospetta provenienza.

 

  (168)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini