Inaugurata al Complesso museale di San Francesco alla presenza di molta gente. La mostra durerà fino al 30 settembre

1MONTEFALCO – Uno strappo che diventa recupero dell’opera trasportata, una lettura estetica che riporta al Rinascimento facendosi interprete del territorio. E’ stata inaugurata sabato scorso al Complesso museale di San Francesco la mostra d’arte “Non solo Strappi” dell’artista spellano Elvio Marchionni inserita nel progetto “Abitare l’Arte”.  L’evento è stato presentato dal critico d’arte Pino Bonanno e dalla storica dell’arte Francesca Boncompagni.

2Presenti il sindaco Donatella Tesei, l’assessore alla cultura Daniela Settimi e il vice sindaco Luigi Titta che hanno espresso molti apprezzamenti per le opere di Marchionni, artista conosciuto in tutto il mondo che attraverso il recupero archeologico si fa poeta e  cantore appassionato della storia della terra umbra. Elvio Marchionni usando la tecnica delle botteghe rinascimentali riesce a calarsi nel proprio groviglio d’uomo ed estrarne il magma sensitivo, le cadute e gli entusiasmi, le passioni, le estasi, le paure, il grido, le memorie scaturite da un segno, da una immagine, da una traccia informe, da una ferita, come l’apparizione di un antico affresco.

3La superficie della tela martoriata da strappi di colore, da muffe incrostate, da personaggi inquadrati entro bifore o trifore aperte misteriosamente su fondi atemporali, feticci di riti ed annunciazioni; le splendenti cicatrici nero bruciate, i singhiozzi rossi, il sogno d’un’ innocenza azzurra librata in spazi mattinali, il lividore giallo-bruno dell’attesa d’un gesto d’amore, la passione avvolgente di un’infanzia dell’uomo che non si rassegna alla noia della maturità in colate viola-amaranto, la solitudine dei grigi.

La sua pittura ricavata da un affresco antico, eseguito sul fondo di un muro senza tempo, e dove oramai il testo pittorico è andato in parte perduto, lascia  aperto un enigma indecifrabile, un “arcano racconto”.

La mostra durerà fino al 30 settembre. Sarà possibile visitarla tutti i giorni dalle 10.30 alle 18. Segreteria organizzativa:  E20 Gaia,  e-mal: info@artfarmgaia.it,  telefono +39.347.3652984. (165)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini