locandinaPRECI – “Più interculturale delle danze?”, così l’associazione Le danze di Piazza Vittorio, nata nel 2011 come fenomeno di aggregazione spontanea, si presenta sulla propria pagina facebook. Tesa a celebrare i suoni e i balli tradizionali di popoli vicini e lontani, questo gruppo di amici somiglia più ad una famiglia che non ad una scuola di danze. Alla cultura dell’integrazione diffusa dall’associazione fa eco la stessa geografia: Piazza Vittorio all’Esquilino, Roma, il luogo più multiculturale della capitale.

Vi sono spazi urbani per eccellenza pensati per adunare i cittadini: il palcoscenico perfetto per esprimere la voglia di stare insieme. Ed è stato il bisogno di aggregazione a muovere questi ragazzi: la volontà di riprendere la piacevole abitudine di sentirsi comunità…in piazza! E non c’è niente di meglio delle danze e della musica popolare per ricreare quelle relazioni: tammurriate, tarantelle, ma anche le sonorità lontane, per costruire un’identità sociale condivisa e vivere pienamente la bellezza e la dignità di ciascuna cultura.

Da subito Le danze di Piazza Vittorio si sono caratterizzate per la spinta fortemente inclusiva, e per la disponibilità a sostenere quegli eventi e manifestazioni che richiedessero il loro entusiasmo: sabato 16 settembre hanno strutturato un duplice programma suddiviso in un pomeriggio laboratoriale, col fine di introdurci ai passi e alle sonorità che ci proporranno, ed in una serata danzante con musica dal vivo.

Il tutto, ovviamente, in Piazza! (39)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini