Il 26 settembre a Foligno il ministro De Vincenti

terremoto-torrino-1FOLIGNO – Ricordare ma guardare avanti. Così Foligno si avvicina al ventennale del sisma del ’97. Il sindaco di allora, Maurizio Salari, fa parte del gruppo di lavoro, composto dall’architetto Luciano Piermarini, già dirigente comunale, e Paolo Trenta, in passato assessore del Comune di Foligno, che ha promosso una serie di iniziative. “Non è un raduno di reduci – ha spiegato Salari – ma si guarda avanti per andare avanti.

Si fa il punto su quello che è successo: è stata un’esperienza non bella, per alcuni aspetti, ed esaltante per altri. I media hanno avuto un ruolo importante nel raccontare il sisma”. In occasione del 26 settembre, sarà a Foligno il ministro per la coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti. Sempre martedì 26 sarà inaugurata una mostra realizzata dagli studenti degli istituti superiori cittadini. “Ricordare il ventennale del sisma – ha detto il sindaco di Foligno, Nando Mismetti – è anche un modo per far conoscere ai giovani quello che è successo.

E riflettere sul passato ma soprattutto sul futuro”. Tra le altre iniziative inserite nel calendario regionale degli appuntamenti, ci sono quelle promosse in alcune frazioni, ferite dalle scosse (il 30 settembre a Scopoli, il 1° ottobre a Capodacqua con l’inaugurazione della ex scuola in memoria del musicista Luciano Fancelli, il 28 ottobre a Colfiorito convegno “Il terremoto e l’Appennino umbro”, con l’intitolazione della scuola a don Mario Sensi). Un convegno “Le emergenze e la comunicazione” si svolgerà sabato 14 ottobre, data storica perché ricorda la caduta del torrino. Nel mese di novembre (il 21 e il 22) si svolgeranno due incontri di approfondimento sulle normative legate all’emergenza e alla ricostruzione ma anche al legame con lo sviluppo. (139)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini