Iniziativa della Federazione provinciale del Psi e di ‘Socialisti riformisti - Territori per l’Umbria’. Il viceministro a Infrastrutture e trasporti su innovazioni normative e necessità di manutenzione

1TERNI – “Nel prossimo programma del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ci saranno 10 miliardi di euro per la manutenzione delle strade provinciali”. È quanto annunciato dal viceministro alle Infrastrutture e trasporti Riccardo Nencini nel corso di un convegno organizzato giovedì 12 ottobre a Terni dal Gruppo consiliare regionale ‘Socialisti riformisti – Territori per l’Umbria’ in collaborazione con la Federazione provinciale ternana del Psi. All’incontro dal titolo ‘Sulla buona [?] strada’ hanno preso parte numerosi rappresentanti di enti e istituzioni, dirigenti di società sportive ciclistiche e semplici cittadini.

2I lavori sono stati coordinati dal capogruppo socialista all’Assemblea legislativa dell’Umbria Silvano Rometti che ha tenuto a precisare come il tema della sicurezza, intesa nel significato più amplio del termine, debba essere costantemente nell’agenda politica. A introdurre la giornata, invece, Rossano Pastura, segretario provinciale del Psi di Terni, che nella sua relazione ha sottolineato l’importanza del tema della sicurezza stradale, in particolare per il settore dei ciclisti, in continua espansione.

“Il mondo delle bici – ha aggiunto Pastura – rappresenta nel nostro Paese un importante volano di sviluppo economico che riesce a produrre, direttamente e indirettamente, un fatturato di ben 6,2 miliardi di euro. Purtroppo, altri numeri confermano la difficile convivenza sulle strade fra biciclette e altri mezzi di trasporto. Nel 2015 i ciclisti vittime di incidenti stradali sono stati 252, uno ogni 35 ore. Fondamentale pertanto parlare di questo problema e creare appuntamenti di confronto come quello di oggi”.

Nel suo intervento, il segretario nazionale del Psi Riccardo Nencini ha ricordato le modifiche promosse dal Partito socialista al quadro normativo vigente, con l’inasprimento delle pene introdotte attraverso l’omicidio stradale e la prossima approvazione di modifiche al Codice della strada che prevedono l’aggravarsi delle pene per chi usa apparecchi elettronici durante la guida e l’obbligo di mantenere la distanza di 1,5 metri durante il sorpasso dei ciclisti. Nencini ha, quindi, annunciato anche lo stanziamento di 10 miliardi di euro per la manutenzione delle strade “il cui pessimo stato è una delle maggiori cause di incidentalità”.

Le conclusioni sono state affidate a Giuseppe Chianella, assessore a Infrastrutture e trasporti della Regione Umbria, che, dopo aver ricordato l’importanza per la politica di affrontare questi temi che sono di interesse dei cittadini, ha illustrato la situazione regionale. Dopo aver ricordato la recente sottoscrizione di un protocollo d’intesa con l’Aci sui temi della sicurezza e dell’educazione stradale, ha annunciato l’istituzione della Giornata regionale per la sicurezza stradale che verrà presentata nei prossimi giorni attraverso un’apposita conferenza stampa.

Molto interessanti gli interventi che si sono succeduti nel corso del convegno, che hanno fatto il punto sul problema legato alla sicurezza, allo sviluppo della ‘mobilità sostenibile’ e alla formazione dei ‘guidatori’. In tutti gli interventi è stata sottolineata l’importanza dell’aggiornamento normativo e dell’introduzione dell’educazione stradale nelle scuole e fra le fasce giovanili di età, con continui aggiornamenti anche fra gli adulti. A prendere la parola sono stati Raffaele Ferriello, direttore dell’Automobile club di Terni, Angelo Velatta della Federazione italiana amici della bicicletta, Fabrizio Amadio, speaker di gare ciclistiche, Roberto Buono dell’Unione autoscuole e consulenze automobilistiche, Francesco Falciola dell’Associazione strade sicure, Daniela Isetti, commissario straordinario della Federazione ciclistica umbra, e Carlotta Caponi, segretario regionale della Federazione autotrasportatori italiani. (252)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini